Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo dello Sviluppo Regionale

Categoria: box1

Ecco i bozzetti vincitori del Carnevale di Fano 2020

Fano, 11 settembre 2019 – Donne e giovani. Sono loro ad aggiudicarsi la possibilità di realizzare 3 nuovi carri di 1^ categoria e 1 minicarro per l’edizione del Carnevale di Fano che si svolgerà nelle date del 9, 16 e 23 febbraio 2020. Si è svolta ieri, presso la sede dell’Ente Carnevalesca la selezione dei bozzetti vincitori valutati secondo criteri che hanno tenuto conto di impianto scenografico, originalità del soggetto, allegoria, movimenti, illustrazione regia, brio e luci. La giuria, composta dal presidente Riccardo Manservisi, direttore artistico del Carnevale di Cento, dai maestri carristi dell’associazione Fantasti100 Andrea Borghi e Andrea Busi, vincitori del premio come miglior carro all’ultima edizione del Carnevale d’Europa, dalla costumista Maria Letizia Della Felice e l’architetto Stefano Marchegiani.

 

“E’ stata una bellissima esperienza – ha spiegato il presidente di giuria Riccardo Manservisi, Direttore Artistico del Carnevale di Cento,. Ci sono stati presentati diversi bozzetti di grande qualità e abbiamo deciso di premiare i più originali e innovativi. Abbiamo ‘interrogato’ i carristi sui movimenti, sul perché hanno scelto una figura piuttosto che un’altra e sulle loro idee. Dalle loro risposte e dai disegni presentati, si è formata la classifica finale. Collaborare tra Carnevali, secondo me è fondamentale in un periodo storico come quello che stiamo vivendo. Un singolo evento non ha potere, ma se ci uniamo tutti insieme e avanziamo le nostre richieste e proposte a Roma, la nostra voce avrà un tono diverso. A dimostrare questa tesi sono i fondi del F.U.S. che dal 2018 vengono erogati ai Carnevali storici più importanti d’Italia. Per sancire la collaborazione tra la nostra manifestazione e quella fanese, invitiamo l’Ente Carnevalesca a partecipare al Carnevale di Cento il 1° marzo, prima data in cui i due eventi non si sovrappongono”.

 

Al primo posto per quanto riguarda i giganti di 1^ categoria, con 483 punti totalizzati, si è piazzato “Potenza inaudita” di Matteo Angherà, dell’associazione “Carnival Factory”. Un’ode alla forza della natura che ci abbaglia con le sue meraviglie ma che è anche capace di toglierci, con un solo colpo di vento, qualsiasi cosa come per darci un segnale che il mondo sta cambiando. Un monito per ricordarci che i cambiamenti climatici sono la conseguenza dell’inquinamento e del riscaldamento globale. In seconda posizione: “E’ tutto nelle nostre mani” di Valeria Guerra dell’associazione “Gommapiuma per caso”, che ci presenta una terra malata, sorretta da mani umane, con fabbriche inquinanti, fumose ciminiere, la desertificazione e lo scioglimento dei ghiacciai che la rendono sempre più arida e secca. Solo l’intervento di nuove fonti d’energia alternative possono rianimare la grande ammalata e ridare la speranza di un mondo migliore, rappresentata da girandole colorate. Al terzo posto troviamo “Vita natural durante” di Anna Mantovani, dell’associazione Carnival Factory. Il gigante di cartapesta ci parla di una fiaba di animali e di specie che non vogliono estinguersi e che smettono di essere oppressi ed uccisi dal genere umano. Ed ecco apparire un pipistrello, un lupo e un uccello, confusi in un corpo di donna che danno inizio ad un rito e aiutati dal Sole, dalla Luna e da Venere, sprigionano un’energia cosmica che scatenerà una rivoluzione planetaria. Riusciranno a salvare il pianeta?

 

La classifica dei bozzetti dedicati ai minicarri (ex 2^ categoria), è stata invece vinta da Mauro Chiappa, neo presidente dell’associazione Fantagruel che realizzerà “Barbie Greta”, dedicato ad uno dei fenomeni del momento: “Greta Thunberg”, icona mondiale della lotta all’inquinamento. La giovane ambientalista verrà rappresentata all’interno della classica scatola della più famosa bambola di plastica della storia. Un campanello d’allarme sulla mercificazione e lo sfruttamento da parte della grande industria e dalle multinazionali. L’artista, assieme all’associazione, ridarà nuova vita anche al carro “Pesce Azzurro Show”.

 

“Quest’anno abbiamo ulteriormente alzato l’asticella della qualità – ha commentato la Presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli -. Sono veramente soddisfatta delle proposte che rappresentano alla perfezione il tema “Le vie dell’eco: casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra”. Altra grande soddisfazione sta nel fatto che i carri quest’anno verranno realizzati da 2 donne e da 2 giovani. Per la prima volta dopo tantissimo tempo, anche gli altri bozzetti che non sono entrati in classifica ma che erano comunque degli splendidi lavori, sono stati prodotti da giovanissimi, sempre più vicini al mondo del Carnevale. Segno che qualcosa sta cambiando e che anche le nuove generazioni si stanno appassionando a quello che non è solo l’evento più importante della Regione, ma un vero contenitore di cultura, tradizioni, arte e memoria della città”.

 

Per il momento la sfilata sarà composta dai 3 carri di 1^ categoria sopracitati, dal carro “Carnevale di Fano” che anche quest’anno avrà il compito di ospitare i personaggi che verranno all’evento, dalla Musica Arabita, dal nuovo minicarro e dagli altri 3 minicarri che verranno comunque restaurati e che, in caso dell’arrivo di altri fondi, verranno realizzati da nuovo.

La giornata di ieri è stata anche occasione per gli amici del Carnevale di Cento di visitare i capannoni dei carri di Carnevale e soprattutto per il suo patron, Ivano Manservisi di incontrare Alberto Berardi, storico volto del Carnevale di Fano, figura molto amata e conosciuta anche a Cento.




Carnevale 2020, martedì si scelgono i bozzetti dei nuovi carri

Impianto scenografico, originalità del soggetto, allegoria, movimenti, illustrazione regia, brio e luci. Saranno questi i criteri di valutazione per stabilire quali saranno i carri del Carnevale 2020 che sfileranno in viale Gramsci il 9-16 e 23 febbraio prossimi.

 

A stabilire quali saranno i bozzetti meritevoli di trasformarsi in carro allegorico sarà un’apposita commissione che martedì 10 settembre alle 15 si riunirà negli uffici dell’Ente Carnevalesca e analizzerà i lavori presentati da Carneval Factory, Fantagruel e Gommapiuma per Caso, le tre associazioni di carristi chiamate a realizzare 3 nuovi carri di prima categoria ed un mini carro.

 

A seguito di precedenti accordi tra i carristi, la suddivisione dei lavori è stata già stabilita: a Gommapiuma per Caso sarà affidata la realizzazione di un carro di prima categoria, a Carneval Factory quella di due carri sempre di prima categoria mentre Fantagruel, che dovrà anche rivisitare il carro del Pesceazzurro, dovrà costruire il mini carro.

 

A presiedere la giuria sarà Riccardo Manservisi, direttore artistico del Carnevale di Cento, elemento questo che apre le porte ad una possibile collaborazione con la manifestazione ferrarese, tra le più prestigiose d’Italia: “Siamo onorati – commenta la presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli – che i nuovi carri siano scelti e giudicati da persone dalla comprovata esperienza come i rappresentanti del Carnevale di Cento che si sono resi subito disponibili a scendere a Fano e diventare così parte integrante della nostra manifestazione. Il presidente, così come due carristi anche loro membri della commissione, arriveranno in città il mattino e hanno espressamente richiesto di fare una visita ai capannoni per toccare con mano il nostro Carnevale dall’interno”.

 

“Conosco molto bene il Carnevale di Fano – afferma Ivano Manservisi, presidente del Carnevale di Cento da 30 anni e anche lui in trasferta a Fano insieme alla delegazione ferrarese – dai tempi del professor Alberto Berardi che spero di aver l’occasione di incontrare di persona. Siamo noi onorati di essere stati coinvolti nel progetto di scelta dei nuovi carri e siamo assolutamente disponibili a valutare altre collaborazioni”.

 

Come anticipato, insieme a Manservisi in commissione ci saranno anche i maestri carristi dell’associazione Fantasti100 Andrea Borghi e Andrea Busi, vincitori del premio come miglior carro all’ultima edizione del Carnevale d’Europa. Con loro anche la costumista Maria Letizia Della Felice e l’architetto Stefano Marchegiani.

 

I bozzetti vincitori saranno svelati al primo consiglio direttivo dell’Ente quando si apriranno le buste e si scoprirà quali sono i giganti di cartapesta che più rappresentano il tema del Carnevale 2020 “Le vie dell’eco, casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra”, dove green, ecosostenibilità e rispetto per l’ambiente saranno il leit motiv dell’evento.

 

Per i carri di prima categoria saranno corrisposti 40mila euro iva compresa, per i mini carri saranno corrisposti 11mila euro iva compresa. Il bando al quale i carristi si sono dovuti attenere, non esclude che la Carnevalesca assegni un premio per il miglior carro le cui modalità di voto saranno definite in seguito e che saranno realizzati altri mini carri qualora ci fossero le disponibilità economiche.

 

Elezioni Ente Carnevalesca 2019, online sul sito ufficiale il nuovo regolamento

Fano, 26 aprile 2019 – L’Ente Carnevalesca ricorda che entro il 6 maggio è possibile presentare le liste per partecipare all’elezione del nuovo consiglio direttivo che organizzerà il Carnevale di Fano per i prossimi 3 anni.

 

L’Ente, presieduta dalla presidente Maria Flora Giammarioli, ha deliberato nell’ultimo consiglio il nuovo regolamento per presentare la propria lista che concorrerà alle elezioni. Un regolamento semplice e trasparente, scaricabile e stampabile nella sezione “Elezioni 2019” del sito www.carnevaledifano.com , già dal 17 aprile scorso.

 

In questa sezione sarà possibile consultare il regolamento elettorale 2019 e scaricare l’apposita modulistica che dovrà essere compilata e depositata nella sede dell’Ente Carnevalesca entro e non oltre il 6 maggio 2019. Per chi volesse, è possibile recuperare la modulistica necessaria, sempre presso la sede dell’Ente in Piazza Andrea Costa nel centro storico di Fano.

Oltre 10mila persone hanno dato il bentornato al Carnevale di Fano

Fano, 17 febbraio 2019 – Buona la prima per una splendida giornata di sole che ha baciato l’esordio del Carnevale di Fano 2019. Oltre 10mila biglietti venduti, che stando alle statistiche storiche dell’evento, aumenteranno nella seconda giornata. La grande affluenza di oggi ha creato qualche rallentamento alle casse (oltre 6mila biglietti venduti solo oggi), motivo per il quale si sta da tempo cercando di promuovere la vendita dei biglietti online nei giorni antecedenti la manifestazione.

 

Dopo il Carnevale dei Bambini, che come da qualche tempo a questa parte è sempre più ambito da famiglie e bambini che riempiono viale Gramsci le tre mattine delle domeniche carnascialesche, alle 15 in punto è partita la grande sfilata dei carri allegorici. Il Carnevale di Fano, ripreso dalle telecamere de La Vita in Diretta, del Tg2 Costume e Società, da Marco Polo Tv, canale nazionale del digitale terrestre, oltre che dai media locali, è esploso in tutti i suoi colori e allegria. Osservati speciali, oltre a La Calunnia è un Venticello di Pierluigi Piccinetti che va a chiudere l’Anno Rossiniano, al Vulòn, a Buon Compleanno Pesce Azzurro, di Mauro Chiappa e Fantagruel, al carro di Costa Parchi e a quello di Lorenzo Furlani e del Liceo Nolfi Apolloni, sono state le novità di quest’anno: “Carnevale di Fano”, realizzato da Carnival Factory ha avuto l’onore di aprire la sfilata, trasportando la madrina Emanuela Aureli che non si è risparmiata, concedendo interviste, esibendosi in imitazioni e facendo selfie con tutti. Il secondo gigante a solcare viale Gramsci è stato “Viva la Frida… Viva la Revolucion” della carrista Anna Mantovani, realizzato da Carnival Factory, i quali hanno portato l’indimenticabile artista messicana e le sue opere più importanti nella città della Fortuna. Alle spalle di Frida, una gabbia gigante con le sembianze di una donna, preannunciava l’arrivo di Bolle in Gabbia del maestro Paolo Furlani, realizzato dall’associazione Gommapiuma per caso. Grande successo anche per Poesia…Pazzia, carro partorito dalla matita geniale di Mauro Chiappa, realizzato assieme a Fantagruel e per UonderUoman, carro realizzato da Daniele Mancini Palamoni e Gianluca Isotti, raffigurante la prima eroina DC Comic.

 

Grande apprezzamento anche per le mascherate, più numerose e colorate rispetto al solito grazie alla grande partecipazione delle fazioni storiche della città. Lupo, Delfino, Cinghiale e Volpe, hanno lavorato da mesi per la realizzazione delle sfilate a tema per ciascun carro. Spettacolare anche il carro “90 anni di Olivia e Braccio di Ferro”, ideato da Roberto Marchetti e progettato dal grande artista Andrea Giomaro, realizzato dai carristi di Pontemurello per celebrare i 90 anni dell’iconico personaggio creato dal fumettista Elzie Cristel Segal nel 1929. Il Carro parteciperà anche al Carnevale di Mezza Quaresima di Lucrezia.

 

La prima sfilata del Carnevale di Fano 2019 è stata aperta da un momento di riflessione. Istituzioni locali, ospiti, i sindaci del territorio, il sottosegretario con delega alle Pari Opportunità Vincenzo Spadafora hanno inaugurato il corteo con uno striscione raffigurante le donne vittime di violenza e la parola Basta, scritta a caratteri cubitali. Messaggio ribadito dal Flash Mob, che ha coinvolto tutto il corteo di oltre 10mila persone presenti oggi alla manifestazione. Al termine del countdown fatto dai bravissimi conduttori Francesco Boiani e Brunella Ugolini, il grido “Basta” ha riecheggiato su tutto viale Gramsci.

 

Non è mancato ovviamente il getto di dolciumi, circa 180 quintali (80% cioccolato e 20% caramelle), lanciati sulla folla, mai come quest’anno, munita di tanti Prendigetto che hanno contribuito a colorare il percorso. Anche i palchi (sold-out per tutte e tre le domeniche) hanno fatto la loro parte con balli e coreografie. Palchi che alle 18.30, dopo un divertentissimo spettacolo della madrina Emanuela Aureli, che si è esibita nelle sue migliori esibizioni, sono stati premiati da Toquitour.   Terzo premio ai palchi “Lisippo” (37 e 38) che si sono aggiudicati un buono da 100 euro spendibile nella parrucchieria Total Look. Secondi classificati “Fanamare” (Palchi 16-17) ai quali sono andati 15 buoni per un ingresso gratuito ai parchi Costa Edutainment. Primi classificati “Sorridi alla vita, la mimosa è fiorita” (Palchi 29-30-31), che hanno vinto un weekend per 15 persone a Matera, capitale Europea della cultura, offerto da Tuquitour. La giornata è terminata con lo spettacolo dell’Esercito del Fiocco Rosso, coverband specializzata in sigle di cartoni animati che ha fatto ballare piazza XX Settembre.

Donne, cultura e tanto divertimento. Ecco il Carnevale di Fano 2019

Sarà il Carnevale delle donne, della loro bellezza, forza e fragilità. Sarà il Carnevale del popolo con la partecipazione attiva di centinaia di fanesi grazie al coinvolgimento delle fazioni storiche della città. Sarà il Carnevale degli animali, degli anziani e dei bambini. Insomma, sarà il Carnevale di tutti.

Pronti per l’edizione 2019 della manifestazione più importante della nostra Regione che quest’anno ha la pretesa di iniziare un percorso di cambiamento sulla percezione stessa del Carnevale, visto non solo a scopo ricreativo, ma anche culturale e sociale. Non a caso l’edizione 2019 è intitolata “I Colori delle Donne” proprio a sottolineare un’attenzione al mondo femminile con i propri pregi, difetti, stereotipi divertenti e problematiche di grande attualità. A partire dall’immagine che si è voluta dare all’evento, coinvolgendo la nota illustratrice Emanuela Orciari che ha creato un vero e proprio manifesto d’autore con la Vulona, versione femminile della maschera ufficiale del Carnevale di Fano. Gli stessi carri nuovi (3 di prima categoria e 2 di seconda), saranno dedicati al mondo femminile, celebrando personaggi come Frida Kahlo, Alda Merini, la donna in carriera e addirittura la super eroina Wonder Woman.

A rafforzare il messaggio che il Carnevale di Fano 2019 vuole lanciare, ci penseranno le 3 madrine dell’evento: Emanuela Aureli (17 febbraio), Jessica Notaro (24 febbraio), Annalisa Minetti (3 marzo) che, dopo aver sfilato lungo viale Gramsci, si esibiranno in zona Pincio dove verrà allestita, all’interno del circuito del Carnevale, l’ area eventi. Nonostante la scelta, di correttezza verso chi paga il biglietto, di realizzare la zona eventi all’interno del percorso, Piazza XX Settembre, oltre al Giovedì e al Martedì Grasso, avrà comunque svariati appuntamenti.

 

Grande novità per il 2019 è il rientro da protagonisti dei fanesi al Carnevale. Le quattro Fazioni della città hanno organizzato le mascherate abbinate ai nuovi carri di prima categoria, coinvolgendo centinaia di cittadini giovani e meno giovani i quali, già da mesi, stanno lavorando, con la supervisione dei maestri carristi, per tagliare, cucire, colorare, modellare le loro opere. La fazione del Lupo si sta occupando di realizzare la mascherata “Viva il Messico, viva la vida” in abbinamento al carro “Viva la Frida!! Viva la revolucion” di Anna Mantovani e Carnival Factory. Volpe e Delfino, che si sono unite per l’occasione, stanno realizzando la mascherata “La Famiglia dei Vulòn” abbinata al carro “Carnevale di Fano” di Carnival Factory, mentre la fazione del Cinghiale, abbinata al Carro “Bolle…In gabbia” di Paolo Furlani e Gommapiuma per Caso, sta realizzando la mascherata “Fescion Fre”.

 

Tra le altre novità del Carnevale di Fano 2019, ci sarà un luogo deputato agli eventi collaterali: il Palazzo del Carnevale (la ex chiesa sconsacrata di San Leonardo in via Cavour) che diventerà un vero e proprio luogo di “culto” dell’arte e del divertimento. Infatti, per tutto il periodo carnevalesco si svolgeranno showcooking, degustazioni, convegni: come quello promosso per le scuole in collaborazione con l’Associazione Nazionale Vittime Riunite, mostre: come quella dell’artista Samanta Bartolucci dal titolo “Oltre le Gambe c’è di Più” e tanto altro a dimostrazione del fatto che attraverso il Carnevale si possono affrontare, attraverso vari linguaggi, innumerevoli argomenti.

 

Durante le tre domeniche di sfilata non mancherà ovviamente il tradizionale Getto di dolciumi dai carri allegorici. Lo storico lancio che caratterizza da secoli il nostro carnevale e che anche quest’anno, dopo la felice collaborazione per le edizioni 2017 e 2018, sarà affidato alla ditta Rovelli, creatrice del Boero (che non verrà ovviamente utilizzato durante le sfilate). Un Getto composto per l’80% di pregiato cioccolato.

 

Tra i punti fermi del Carnevale di Fano, che negli ultimi anni ha raggiunto livelli di affluenza altissimi, c’è il Carnevale dei Bambini. Le tre domeniche mattina, viale Gramsci (aperto a tutti gratuitamente) si colorerà con le sfilate realizzate dai giovani studenti delle scuole fanesi e dai carri allegorici. El Vulòn, quest’anno interpretato dall’attore fanese Simone Diotallevi, accompagnerà i bambini in un magico viaggio attraverso il mondo del Carnevale.

 

Confermato, con l’amore di sempre, “Un Carnevale da Cani”: divertentissima sfilata in maschera di cani e padroni, in programma per domenica 24 febbraio ritrovo alle ore 11 presso il Palazzo del Carnevale, fino ad arrivare in piazza XX Settembre dove animali e padroni, si ritroveranno anche per parlare di randagismo e abbandono e agevolare l’adozione presso i canili. Tra gli eventi diventati oramai un cult imprescindibile della manifestazione, anche il “Carnevale in Sup” organizzato dall’associazione “Mare Dentro” che domenica 24 febbraio, colorerà il tratto di mare antistante la costa fanese, terminando con un corteo di bellissime maschere lungo il porto canale. Anche i “ragazzi” della terza età avranno un momento a loro dedicato con il “Castagnolo d’Oro”, veglione organizzato in collaborazione all’assessorato Pari Opportunità del Comune di Fano.

 

Non poteva mancare la solidarietà che tornerà protagonista con la classica “Lotteria del Carnevale 2019”, che anche quest’anno metterà in palio un grande primo premio totalmente offerto dalla concessionaria Rondina Auto di Fano, situata in via delle Querce 2. Il fortunato vincitore porterà a casa una Renault Clio Life Energy tce 90cv.

 

A corollario delle tre domeniche tanti eventi collaterali sportivi e culturali come il Concorso Nazionale Fotografico Carnevale di Fano curato da Centrale Fotografia in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Fano, dove fotografi provenienti da tutta Italia, daranno la propria visione del Carnevale. I vincitori saranno premiati, a Carnevale finito e dopo un intenso lavoro di giuria, presso la Sala Verdi del Teatro della Fortuna da Isabella Balena fotografa professionista.  In collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna, il foyer del Teatro sarà galleria anche della mostra del Maestro Uliano Lucas.

 

Carnevale di Fano da sempre è anche sinonimo di sport.  Diverse le attività che verranno promosse in collaborazione con l’assessorato allo sport del Comune di Fano, durante l’evento 2019 in via di definizione.

 

Mai come quest’anno, il Carnevale parlerà di bellezza interiore ed esteriore, non poteva quindi mancare la “Bella del Carnevale, Bella nell’anima” in collaborazione con Francesca Cecchini. Non solo una sfilata, ma un’occasione per lanciare un ulteriore messaggio contro la violenza di genere. Citare tutti gli argomenti e gli eventi collaterali del Carnevale di Fano 2019 sarebbe impossibile. Tutte le attività verranno snocciolate nel dettaglio durante lo svolgimento dell’evento.

Click to Hide Advanced Floating Content