Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo dello Sviluppo Regionale

Categoria: Online

Un premio speciale per chi completerà l’album di figurine del Carnevale di Fano

Fano, 9 aprile 2019 – “Scambio 2 Maria Flora Giammarioli con un Daniele Carboni”. “Io ho il carro di Alda Merini doppio, mi dai quello di Frida”? Ormai nella città della Fortuna impazza la mania per le figurine del Carnevale di Fano. Grande successo per  l’Album, realizzato grazie all’azienda Chiaroscuro Srl di Castiglione della Stiviere, specializzata nella realizzazione di album di figurine, all’Ente Carnevalesca, all’agenzia Comunica che ne ha coordinato la realizzazione e al preziosissimo contributo del maestro carrista Riccardo Deli che si è occupato di recuperare, catalogare e nominare le immagini storiche. Una raccolta di 60 pagine che contengono oltre 600 figurine del Carnevale di Fano dal 1347 ad oggi, con focus sull’Ente Carnevalesca, i maestri carristi, il getto, il Vulòn e tutti gli elementi più significativi del Carnevale di Fano. L’album distribuito in tutte le edicole e nei punti tesseramento della città, è stato preso d’assalto dai fanesi, tanto che è stato necessario fare più di una ristampa. Così come per le figurine reperibili al costo di 70 centesimi al pacchetto, anche queste in quasi tutte le edicole della città. Novità dell’ultim’ora è che l’Ente Carnevalesca ha deciso di mettere in palio un premio per coloro che riusciranno a terminare la raccolta. Chi completerà l’album di figurine del Carnevale di Fano entro il 30 dicembre del 2019, potrà recarsi alla sede dell’Ente in piazza Andrea Costa. Qui un addetto dopo un minuzioso controllo, inserirà il proprietario dell’album completato in un’apposita lista. Alla scadenza della data sopracitata si svolgerà un’estrazione tra tutti coloro che avranno completato la raccolta (e vidimato l’album in Carnevalesca), e il vincitore si aggiudicherà un palco da 15 persone per la prima domenica del Carnevale di Fano 2020 (9 febbraio). Per aiutare i fanesi nel completamento dell’album, l’Ente Carnevalesca ha inoltre creato la pagina Facebook “Scambio figurine Carnevale di Fano” dove sono già tantissimi i fanesi che “barattano” i propri doppioni”. “Ci è sembrato giusto dare la possibilità di vincere un bel premio a chi completerà l’album – ha commentato la presidente dell’Ente Carnevalesca Maria Flora Giammarioli – non ci aspettavamo neanche noi un simile entusiasmo da parte dei cittadini fanesi. Ben venga, significa che la voglia di Carnevale è ancora viva e che stiamo percorrendo la strada giusta. Inoltre secondo me l’album rimarrà un bellissimo ricordo per tutti coloro che decideranno di completarlo. Una sorta di cimelio che resterà nel tempo mantenendo vivo il ricordo di quello che è stato un bellissimo Carnevale”. L’album e le figurine si possono acquistare nei seguenti punti vendita: Edicola Vergani Emanuela, Via Cante di Montevecchio, 37; A.F. News Snc, Piazza Amiani; Edicola Minardi Augusto, Via Don A. Buratelli; Edicola Iacchini Giuseppe, Via Roma, 118; Gasperi Giovanni S.S., Adriatica Sud 264; Mondadori Bookstore, Corso G. Matteotti, 184; Edicola Bruciati, Via Roma, 203; Edicola di Carlo Jacopo Benedetto Gregor, Viale XII° Settembre; Edicola della Stazione, P.le Della Stazione; Rivendita Giornali di Mattioli Franck Joseph, Via Roma, 8/A; Santini Stefano & C. sas corso Matteotti, 3; Biagioli Manuela, Via Metauro, 17/A; Cicetti Marcello, Viale Adriatico; Edicola Cartoleria Giacomoni Massimo, Via XXVI Strada; Il Globo di Pasucci Tania, Via Brigata Messina, 92/B.

Oltre 10mila persone hanno dato il bentornato al Carnevale di Fano

Fano, 17 febbraio 2019 – Buona la prima per una splendida giornata di sole che ha baciato l’esordio del Carnevale di Fano 2019. Oltre 10mila biglietti venduti, che stando alle statistiche storiche dell’evento, aumenteranno nella seconda giornata. La grande affluenza di oggi ha creato qualche rallentamento alle casse (oltre 6mila biglietti venduti solo oggi), motivo per il quale si sta da tempo cercando di promuovere la vendita dei biglietti online nei giorni antecedenti la manifestazione.

 

Dopo il Carnevale dei Bambini, che come da qualche tempo a questa parte è sempre più ambito da famiglie e bambini che riempiono viale Gramsci le tre mattine delle domeniche carnascialesche, alle 15 in punto è partita la grande sfilata dei carri allegorici. Il Carnevale di Fano, ripreso dalle telecamere de La Vita in Diretta, del Tg2 Costume e Società, da Marco Polo Tv, canale nazionale del digitale terrestre, oltre che dai media locali, è esploso in tutti i suoi colori e allegria. Osservati speciali, oltre a La Calunnia è un Venticello di Pierluigi Piccinetti che va a chiudere l’Anno Rossiniano, al Vulòn, a Buon Compleanno Pesce Azzurro, di Mauro Chiappa e Fantagruel, al carro di Costa Parchi e a quello di Lorenzo Furlani e del Liceo Nolfi Apolloni, sono state le novità di quest’anno: “Carnevale di Fano”, realizzato da Carnival Factory ha avuto l’onore di aprire la sfilata, trasportando la madrina Emanuela Aureli che non si è risparmiata, concedendo interviste, esibendosi in imitazioni e facendo selfie con tutti. Il secondo gigante a solcare viale Gramsci è stato “Viva la Frida… Viva la Revolucion” della carrista Anna Mantovani, realizzato da Carnival Factory, i quali hanno portato l’indimenticabile artista messicana e le sue opere più importanti nella città della Fortuna. Alle spalle di Frida, una gabbia gigante con le sembianze di una donna, preannunciava l’arrivo di Bolle in Gabbia del maestro Paolo Furlani, realizzato dall’associazione Gommapiuma per caso. Grande successo anche per Poesia…Pazzia, carro partorito dalla matita geniale di Mauro Chiappa, realizzato assieme a Fantagruel e per UonderUoman, carro realizzato da Daniele Mancini Palamoni e Gianluca Isotti, raffigurante la prima eroina DC Comic.

 

Grande apprezzamento anche per le mascherate, più numerose e colorate rispetto al solito grazie alla grande partecipazione delle fazioni storiche della città. Lupo, Delfino, Cinghiale e Volpe, hanno lavorato da mesi per la realizzazione delle sfilate a tema per ciascun carro. Spettacolare anche il carro “90 anni di Olivia e Braccio di Ferro”, ideato da Roberto Marchetti e progettato dal grande artista Andrea Giomaro, realizzato dai carristi di Pontemurello per celebrare i 90 anni dell’iconico personaggio creato dal fumettista Elzie Cristel Segal nel 1929. Il Carro parteciperà anche al Carnevale di Mezza Quaresima di Lucrezia.

 

La prima sfilata del Carnevale di Fano 2019 è stata aperta da un momento di riflessione. Istituzioni locali, ospiti, i sindaci del territorio, il sottosegretario con delega alle Pari Opportunità Vincenzo Spadafora hanno inaugurato il corteo con uno striscione raffigurante le donne vittime di violenza e la parola Basta, scritta a caratteri cubitali. Messaggio ribadito dal Flash Mob, che ha coinvolto tutto il corteo di oltre 10mila persone presenti oggi alla manifestazione. Al termine del countdown fatto dai bravissimi conduttori Francesco Boiani e Brunella Ugolini, il grido “Basta” ha riecheggiato su tutto viale Gramsci.

 

Non è mancato ovviamente il getto di dolciumi, circa 180 quintali (80% cioccolato e 20% caramelle), lanciati sulla folla, mai come quest’anno, munita di tanti Prendigetto che hanno contribuito a colorare il percorso. Anche i palchi (sold-out per tutte e tre le domeniche) hanno fatto la loro parte con balli e coreografie. Palchi che alle 18.30, dopo un divertentissimo spettacolo della madrina Emanuela Aureli, che si è esibita nelle sue migliori esibizioni, sono stati premiati da Toquitour.   Terzo premio ai palchi “Lisippo” (37 e 38) che si sono aggiudicati un buono da 100 euro spendibile nella parrucchieria Total Look. Secondi classificati “Fanamare” (Palchi 16-17) ai quali sono andati 15 buoni per un ingresso gratuito ai parchi Costa Edutainment. Primi classificati “Sorridi alla vita, la mimosa è fiorita” (Palchi 29-30-31), che hanno vinto un weekend per 15 persone a Matera, capitale Europea della cultura, offerto da Tuquitour. La giornata è terminata con lo spettacolo dell’Esercito del Fiocco Rosso, coverband specializzata in sigle di cartoni animati che ha fatto ballare piazza XX Settembre.

Click to Hide Advanced Floating Content