Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo dello Sviluppo Regionale

Tag: fano

Ecco i bozzetti vincitori del Carnevale di Fano 2020

Fano, 11 settembre 2019 – Donne e giovani. Sono loro ad aggiudicarsi la possibilità di realizzare 3 nuovi carri di 1^ categoria e 1 minicarro per l’edizione del Carnevale di Fano che si svolgerà nelle date del 9, 16 e 23 febbraio 2020. Si è svolta ieri, presso la sede dell’Ente Carnevalesca la selezione dei bozzetti vincitori valutati secondo criteri che hanno tenuto conto di impianto scenografico, originalità del soggetto, allegoria, movimenti, illustrazione regia, brio e luci. La giuria, composta dal presidente Riccardo Manservisi, direttore artistico del Carnevale di Cento, dai maestri carristi dell’associazione Fantasti100 Andrea Borghi e Andrea Busi, vincitori del premio come miglior carro all’ultima edizione del Carnevale d’Europa, dalla costumista Maria Letizia Della Felice e l’architetto Stefano Marchegiani.

 

“E’ stata una bellissima esperienza – ha spiegato il presidente di giuria Riccardo Manservisi, Direttore Artistico del Carnevale di Cento,. Ci sono stati presentati diversi bozzetti di grande qualità e abbiamo deciso di premiare i più originali e innovativi. Abbiamo ‘interrogato’ i carristi sui movimenti, sul perché hanno scelto una figura piuttosto che un’altra e sulle loro idee. Dalle loro risposte e dai disegni presentati, si è formata la classifica finale. Collaborare tra Carnevali, secondo me è fondamentale in un periodo storico come quello che stiamo vivendo. Un singolo evento non ha potere, ma se ci uniamo tutti insieme e avanziamo le nostre richieste e proposte a Roma, la nostra voce avrà un tono diverso. A dimostrare questa tesi sono i fondi del F.U.S. che dal 2018 vengono erogati ai Carnevali storici più importanti d’Italia. Per sancire la collaborazione tra la nostra manifestazione e quella fanese, invitiamo l’Ente Carnevalesca a partecipare al Carnevale di Cento il 1° marzo, prima data in cui i due eventi non si sovrappongono”.

 

Al primo posto per quanto riguarda i giganti di 1^ categoria, con 483 punti totalizzati, si è piazzato “Potenza inaudita” di Matteo Angherà, dell’associazione “Carnival Factory”. Un’ode alla forza della natura che ci abbaglia con le sue meraviglie ma che è anche capace di toglierci, con un solo colpo di vento, qualsiasi cosa come per darci un segnale che il mondo sta cambiando. Un monito per ricordarci che i cambiamenti climatici sono la conseguenza dell’inquinamento e del riscaldamento globale. In seconda posizione: “E’ tutto nelle nostre mani” di Valeria Guerra dell’associazione “Gommapiuma per caso”, che ci presenta una terra malata, sorretta da mani umane, con fabbriche inquinanti, fumose ciminiere, la desertificazione e lo scioglimento dei ghiacciai che la rendono sempre più arida e secca. Solo l’intervento di nuove fonti d’energia alternative possono rianimare la grande ammalata e ridare la speranza di un mondo migliore, rappresentata da girandole colorate. Al terzo posto troviamo “Vita natural durante” di Anna Mantovani, dell’associazione Carnival Factory. Il gigante di cartapesta ci parla di una fiaba di animali e di specie che non vogliono estinguersi e che smettono di essere oppressi ed uccisi dal genere umano. Ed ecco apparire un pipistrello, un lupo e un uccello, confusi in un corpo di donna che danno inizio ad un rito e aiutati dal Sole, dalla Luna e da Venere, sprigionano un’energia cosmica che scatenerà una rivoluzione planetaria. Riusciranno a salvare il pianeta?

 

La classifica dei bozzetti dedicati ai minicarri (ex 2^ categoria), è stata invece vinta da Mauro Chiappa, neo presidente dell’associazione Fantagruel che realizzerà “Barbie Greta”, dedicato ad uno dei fenomeni del momento: “Greta Thunberg”, icona mondiale della lotta all’inquinamento. La giovane ambientalista verrà rappresentata all’interno della classica scatola della più famosa bambola di plastica della storia. Un campanello d’allarme sulla mercificazione e lo sfruttamento da parte della grande industria e dalle multinazionali. L’artista, assieme all’associazione, ridarà nuova vita anche al carro “Pesce Azzurro Show”.

 

“Quest’anno abbiamo ulteriormente alzato l’asticella della qualità – ha commentato la Presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli -. Sono veramente soddisfatta delle proposte che rappresentano alla perfezione il tema “Le vie dell’eco: casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra”. Altra grande soddisfazione sta nel fatto che i carri quest’anno verranno realizzati da 2 donne e da 2 giovani. Per la prima volta dopo tantissimo tempo, anche gli altri bozzetti che non sono entrati in classifica ma che erano comunque degli splendidi lavori, sono stati prodotti da giovanissimi, sempre più vicini al mondo del Carnevale. Segno che qualcosa sta cambiando e che anche le nuove generazioni si stanno appassionando a quello che non è solo l’evento più importante della Regione, ma un vero contenitore di cultura, tradizioni, arte e memoria della città”.

 

Per il momento la sfilata sarà composta dai 3 carri di 1^ categoria sopracitati, dal carro “Carnevale di Fano” che anche quest’anno avrà il compito di ospitare i personaggi che verranno all’evento, dalla Musica Arabita, dal nuovo minicarro e dagli altri 3 minicarri che verranno comunque restaurati e che, in caso dell’arrivo di altri fondi, verranno realizzati da nuovo.

La giornata di ieri è stata anche occasione per gli amici del Carnevale di Cento di visitare i capannoni dei carri di Carnevale e soprattutto per il suo patron, Ivano Manservisi di incontrare Alberto Berardi, storico volto del Carnevale di Fano, figura molto amata e conosciuta anche a Cento.




Un premio speciale per chi completerà l’album di figurine del Carnevale di Fano

Fano, 9 aprile 2019 – “Scambio 2 Maria Flora Giammarioli con un Daniele Carboni”. “Io ho il carro di Alda Merini doppio, mi dai quello di Frida”? Ormai nella città della Fortuna impazza la mania per le figurine del Carnevale di Fano. Grande successo per  l’Album, realizzato grazie all’azienda Chiaroscuro Srl di Castiglione della Stiviere, specializzata nella realizzazione di album di figurine, all’Ente Carnevalesca, all’agenzia Comunica che ne ha coordinato la realizzazione e al preziosissimo contributo del maestro carrista Riccardo Deli che si è occupato di recuperare, catalogare e nominare le immagini storiche. Una raccolta di 60 pagine che contengono oltre 600 figurine del Carnevale di Fano dal 1347 ad oggi, con focus sull’Ente Carnevalesca, i maestri carristi, il getto, il Vulòn e tutti gli elementi più significativi del Carnevale di Fano. L’album distribuito in tutte le edicole e nei punti tesseramento della città, è stato preso d’assalto dai fanesi, tanto che è stato necessario fare più di una ristampa. Così come per le figurine reperibili al costo di 70 centesimi al pacchetto, anche queste in quasi tutte le edicole della città. Novità dell’ultim’ora è che l’Ente Carnevalesca ha deciso di mettere in palio un premio per coloro che riusciranno a terminare la raccolta. Chi completerà l’album di figurine del Carnevale di Fano entro il 30 dicembre del 2019, potrà recarsi alla sede dell’Ente in piazza Andrea Costa. Qui un addetto dopo un minuzioso controllo, inserirà il proprietario dell’album completato in un’apposita lista. Alla scadenza della data sopracitata si svolgerà un’estrazione tra tutti coloro che avranno completato la raccolta (e vidimato l’album in Carnevalesca), e il vincitore si aggiudicherà un palco da 15 persone per la prima domenica del Carnevale di Fano 2020 (9 febbraio). Per aiutare i fanesi nel completamento dell’album, l’Ente Carnevalesca ha inoltre creato la pagina Facebook “Scambio figurine Carnevale di Fano” dove sono già tantissimi i fanesi che “barattano” i propri doppioni”. “Ci è sembrato giusto dare la possibilità di vincere un bel premio a chi completerà l’album – ha commentato la presidente dell’Ente Carnevalesca Maria Flora Giammarioli – non ci aspettavamo neanche noi un simile entusiasmo da parte dei cittadini fanesi. Ben venga, significa che la voglia di Carnevale è ancora viva e che stiamo percorrendo la strada giusta. Inoltre secondo me l’album rimarrà un bellissimo ricordo per tutti coloro che decideranno di completarlo. Una sorta di cimelio che resterà nel tempo mantenendo vivo il ricordo di quello che è stato un bellissimo Carnevale”. L’album e le figurine si possono acquistare nei seguenti punti vendita: Edicola Vergani Emanuela, Via Cante di Montevecchio, 37; A.F. News Snc, Piazza Amiani; Edicola Minardi Augusto, Via Don A. Buratelli; Edicola Iacchini Giuseppe, Via Roma, 118; Gasperi Giovanni S.S., Adriatica Sud 264; Mondadori Bookstore, Corso G. Matteotti, 184; Edicola Bruciati, Via Roma, 203; Edicola di Carlo Jacopo Benedetto Gregor, Viale XII° Settembre; Edicola della Stazione, P.le Della Stazione; Rivendita Giornali di Mattioli Franck Joseph, Via Roma, 8/A; Santini Stefano & C. sas corso Matteotti, 3; Biagioli Manuela, Via Metauro, 17/A; Cicetti Marcello, Viale Adriatico; Edicola Cartoleria Giacomoni Massimo, Via XXVI Strada; Il Globo di Pasucci Tania, Via Brigata Messina, 92/B.

Acquario di Cattolica, Italia in miniatura, Oltremare e Acquafan sfileranno al Carnevale di Fano 2019

ACQUARIO DI CATTOLICA, ITALIA IN MINIATURA, OLTREMARE E AQUAFAN

DA DOMENICA 17 FEBBRAIO A DOMENICA 3 MARZO

SFILANO AL CARNEVALE DI FANO 2019

CON CARRO ALLEGORICO E GRUPPI MASCHERATI

 

Delfini, pinguini, squali, ma anche torri monumentali in scala e buffi bagnini:

ecco come i parchi CE della Riviera Romagnola saranno presenti al Carnevale di Fano 2019

 

Al Carnevale di Fano il divertimento è rassicurato con i parchi Costa Edutainment. I parchi tematici più famosi della Riviera, Acquario di Cattolica, Oltremare, Aquafan e Italia in Miniatura, rinnovano la collaborazione con Ente Carnevalesca Fano anche per il 2019. Sfileranno nelle tre domeniche del Carnevale: 17 e 24 febbraio e domenica 3 marzo con un carro allegorico e una mascherata a tema.

 

Il carro allegorico dedicato ai Parchi Costa, realizzato dall’Associazione Carristi Fanesi, rappresenta i quattro parchi: Italia in Miniatura è suggerita da palazzi veneziani e dal campanile di San Marco, per Aquafan presenza di acquascivolo e bagnini, squali e pesci colorati richiamano l’Acquario di Cattolica, mentre il delfino che salta sulle onde è Ulisse, il più famoso delfino d’Italia. Non mancheranno poi gruppi mascherati che sfileranno sopra e sotto il carro che richiamano i protagonisti assoluti dei parchi: dai rapaci ai monumenti in scala, dai bagnini agli squali.

 

Dal carro allegorico in sfilata nelle 3 domeniche pioveranno dolcezze: migliaia di caramelle grazie alla collaborazione dei parchi con Perfetti Van Melle Italia. Non mancherà poi una pioggia di coupon, sconti e omaggi per l’ingresso ai parchi. A chi partecipa al Carnevale, infatti il Gruppo CE mette a disposizione 20.000 coupon per l’ingresso gratuito ai bambini in uno dei quattro parchi a scelta (promozione valida per ogni bimbo fino a 140 cm d’ altezza, se accompagnato da due adulti paganti tariffa intera, per la stagione 2019). I coupon saranno distribuiti dai figuranti in maschera, nelle tre giornate. Regali anche per chi sottoscrive la tessera Ente Carnevalesca 2019: il detentore della tessera che desidera visitare i parchi, entra gratis, se accompagnato da un altro adulto pagante biglietto intero. Dulcis in fundo, 15 biglietti omaggio in palio ogni domenica per il vincitore del contest ’Miglior palco tribune mascherato’!

 

“Rinnoviamo per il quinto anno consecutivo la collaborazione con Ente Carnevalesca di Fano  _ dichiara Patrizia Leardini, direttore Costa Edutainment Polo Adriatico _ perché crediamo molto nel Carnevale di Fano e nella grande concentrazione di famiglie e bambini che richiama ogni anno, sia per la vicinanza alle nostre strutture che per lo stesso target di riferimento. Diverse sono le opportunità che offriremo a chi partecipa al Carnevale per poter visitare le nostre strutture, con promozioni speciali e coupon per far tappa ai parchi più famosi della Riviera Adriatica. Riapriremo il 16 marzo con Italia in Miniatura, il 6 aprile con Acquario di Cattolica e Oltremare, mentre Aquafan tornerà con i suoi scivoli dal 1° giugno”.

Un luogo per l’arte e lo svago. Nasce “Il Palazzo del Carnevale”

Nasce da questa edizione 2019 il Palazzo del Carnevale, un’ex chiesa sconsacrata (San Leonardo in via Cavour) che diventerà un vero e proprio luogo di “culto” dell’arte in tutte le sue sfumature. Infatti, per tutto il periodo carnevalesco al suo interno si svolgeranno mostre, convegni, showcooking, degustazioni ed altri eventi a coronamento di tre settimane di Carnevale.

 

Grazie ad un’idea di Comunica Srl, alla lungimiranza dell’Ente Carnevalesca e alla collaborazione di Eventom e Workinprogress, il Carnevale quest’anno avrà quindi un palazzo tutto suo in cui poter svolgere tante attività. A partire da quelle culinarie che da sempre si sposano con quelle carnascialesche, che verranno inaugurate dal maestro pasticcere Andrea Urbani, il quale condurrà un dolcissimo showcooking, sabato 16 febbraio, tra i segreti dei dolci carnevaleschi. Cucina che tornerà protagonista il secondo fine settimana dell’evento con la coppia collaudata di chef amatoriali Marco Vitali e Carlo Giuseppetti che, reduci dal concorso di cucina Chef in the City, abbineranno la creazione di un piatto gourmet ad un nuovo cocktail. Chiuderà la programmazione culinaria, Giulia Brandi, tra i partecipanti più apprezzati di Masterchef 2017 che, sabato 2 marzo condurrà un interessante showcooking con il suo inconfondibile stile frizzante e divertente.

 

Il palazzo del Carnevale non sarà solo cucina, ma come citato in precedenza, un vero e proprio luogo che ospiterà eventi   legati al mondo del carnevale. Non potevano mancare appuntamenti di grande attualità che si legano al tema del Carnevale di Fano 2019: come “Donne… ogni giorno è per sempre”, incontro con le scuole promosso dall’Ente Carnevalesca, in programma per sabato 16 febbraio, dove l’associazione “Vittime riunite d’Italia” e l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Fano parleranno, attraverso testimonianze, di violenza sulle donne.

Anche l’arte sarà protagonista nella ricca programmazione del Palazzo del Carnevale. Mostre, riflessioni su opere d’arte, proiezioni di film e tanto altro accompagneranno i fanesi e i turisti per tutto il periodo della manifestazione.

Donne, cultura e tanto divertimento. Ecco il Carnevale di Fano 2019

Sarà il Carnevale delle donne, della loro bellezza, forza e fragilità. Sarà il Carnevale del popolo con la partecipazione attiva di centinaia di fanesi grazie al coinvolgimento delle fazioni storiche della città. Sarà il Carnevale degli animali, degli anziani e dei bambini. Insomma, sarà il Carnevale di tutti.

Pronti per l’edizione 2019 della manifestazione più importante della nostra Regione che quest’anno ha la pretesa di iniziare un percorso di cambiamento sulla percezione stessa del Carnevale, visto non solo a scopo ricreativo, ma anche culturale e sociale. Non a caso l’edizione 2019 è intitolata “I Colori delle Donne” proprio a sottolineare un’attenzione al mondo femminile con i propri pregi, difetti, stereotipi divertenti e problematiche di grande attualità. A partire dall’immagine che si è voluta dare all’evento, coinvolgendo la nota illustratrice Emanuela Orciari che ha creato un vero e proprio manifesto d’autore con la Vulona, versione femminile della maschera ufficiale del Carnevale di Fano. Gli stessi carri nuovi (3 di prima categoria e 2 di seconda), saranno dedicati al mondo femminile, celebrando personaggi come Frida Kahlo, Alda Merini, la donna in carriera e addirittura la super eroina Wonder Woman.

A rafforzare il messaggio che il Carnevale di Fano 2019 vuole lanciare, ci penseranno le 3 madrine dell’evento: Emanuela Aureli (17 febbraio), Jessica Notaro (24 febbraio), Annalisa Minetti (3 marzo) che, dopo aver sfilato lungo viale Gramsci, si esibiranno in zona Pincio dove verrà allestita, all’interno del circuito del Carnevale, l’ area eventi. Nonostante la scelta, di correttezza verso chi paga il biglietto, di realizzare la zona eventi all’interno del percorso, Piazza XX Settembre, oltre al Giovedì e al Martedì Grasso, avrà comunque svariati appuntamenti.

 

Grande novità per il 2019 è il rientro da protagonisti dei fanesi al Carnevale. Le quattro Fazioni della città hanno organizzato le mascherate abbinate ai nuovi carri di prima categoria, coinvolgendo centinaia di cittadini giovani e meno giovani i quali, già da mesi, stanno lavorando, con la supervisione dei maestri carristi, per tagliare, cucire, colorare, modellare le loro opere. La fazione del Lupo si sta occupando di realizzare la mascherata “Viva il Messico, viva la vida” in abbinamento al carro “Viva la Frida!! Viva la revolucion” di Anna Mantovani e Carnival Factory. Volpe e Delfino, che si sono unite per l’occasione, stanno realizzando la mascherata “La Famiglia dei Vulòn” abbinata al carro “Carnevale di Fano” di Carnival Factory, mentre la fazione del Cinghiale, abbinata al Carro “Bolle…In gabbia” di Paolo Furlani e Gommapiuma per Caso, sta realizzando la mascherata “Fescion Fre”.

 

Tra le altre novità del Carnevale di Fano 2019, ci sarà un luogo deputato agli eventi collaterali: il Palazzo del Carnevale (la ex chiesa sconsacrata di San Leonardo in via Cavour) che diventerà un vero e proprio luogo di “culto” dell’arte e del divertimento. Infatti, per tutto il periodo carnevalesco si svolgeranno showcooking, degustazioni, convegni: come quello promosso per le scuole in collaborazione con l’Associazione Nazionale Vittime Riunite, mostre: come quella dell’artista Samanta Bartolucci dal titolo “Oltre le Gambe c’è di Più” e tanto altro a dimostrazione del fatto che attraverso il Carnevale si possono affrontare, attraverso vari linguaggi, innumerevoli argomenti.

 

Durante le tre domeniche di sfilata non mancherà ovviamente il tradizionale Getto di dolciumi dai carri allegorici. Lo storico lancio che caratterizza da secoli il nostro carnevale e che anche quest’anno, dopo la felice collaborazione per le edizioni 2017 e 2018, sarà affidato alla ditta Rovelli, creatrice del Boero (che non verrà ovviamente utilizzato durante le sfilate). Un Getto composto per l’80% di pregiato cioccolato.

 

Tra i punti fermi del Carnevale di Fano, che negli ultimi anni ha raggiunto livelli di affluenza altissimi, c’è il Carnevale dei Bambini. Le tre domeniche mattina, viale Gramsci (aperto a tutti gratuitamente) si colorerà con le sfilate realizzate dai giovani studenti delle scuole fanesi e dai carri allegorici. El Vulòn, quest’anno interpretato dall’attore fanese Simone Diotallevi, accompagnerà i bambini in un magico viaggio attraverso il mondo del Carnevale.

 

Confermato, con l’amore di sempre, “Un Carnevale da Cani”: divertentissima sfilata in maschera di cani e padroni, in programma per domenica 24 febbraio ritrovo alle ore 11 presso il Palazzo del Carnevale, fino ad arrivare in piazza XX Settembre dove animali e padroni, si ritroveranno anche per parlare di randagismo e abbandono e agevolare l’adozione presso i canili. Tra gli eventi diventati oramai un cult imprescindibile della manifestazione, anche il “Carnevale in Sup” organizzato dall’associazione “Mare Dentro” che domenica 24 febbraio, colorerà il tratto di mare antistante la costa fanese, terminando con un corteo di bellissime maschere lungo il porto canale. Anche i “ragazzi” della terza età avranno un momento a loro dedicato con il “Castagnolo d’Oro”, veglione organizzato in collaborazione all’assessorato Pari Opportunità del Comune di Fano.

 

Non poteva mancare la solidarietà che tornerà protagonista con la classica “Lotteria del Carnevale 2019”, che anche quest’anno metterà in palio un grande primo premio totalmente offerto dalla concessionaria Rondina Auto di Fano, situata in via delle Querce 2. Il fortunato vincitore porterà a casa una Renault Clio Life Energy tce 90cv.

 

A corollario delle tre domeniche tanti eventi collaterali sportivi e culturali come il Concorso Nazionale Fotografico Carnevale di Fano curato da Centrale Fotografia in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Fano, dove fotografi provenienti da tutta Italia, daranno la propria visione del Carnevale. I vincitori saranno premiati, a Carnevale finito e dopo un intenso lavoro di giuria, presso la Sala Verdi del Teatro della Fortuna da Isabella Balena fotografa professionista.  In collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna, il foyer del Teatro sarà galleria anche della mostra del Maestro Uliano Lucas.

 

Carnevale di Fano da sempre è anche sinonimo di sport.  Diverse le attività che verranno promosse in collaborazione con l’assessorato allo sport del Comune di Fano, durante l’evento 2019 in via di definizione.

 

Mai come quest’anno, il Carnevale parlerà di bellezza interiore ed esteriore, non poteva quindi mancare la “Bella del Carnevale, Bella nell’anima” in collaborazione con Francesca Cecchini. Non solo una sfilata, ma un’occasione per lanciare un ulteriore messaggio contro la violenza di genere. Citare tutti gli argomenti e gli eventi collaterali del Carnevale di Fano 2019 sarebbe impossibile. Tutte le attività verranno snocciolate nel dettaglio durante lo svolgimento dell’evento.

Click to Hide Advanced Floating Content