Carnevale di Fano
Carnevale di Fano 2022

Autore: giovanni

Il Carnevale di Fano: una grande storia

Questo video in forma di intervista presenta l’importante studio condotto dal Prof. Enrico Tosi sulla storia del Carnevale di Fano. Si tratta di una ricerca che lo ha impegnato per 15 anni in ricerche d’archivio e documentaristiche. L’opera, in due volumi, è corredata da centinaia di immagini e racconta il Carnevale di Fano dal XIV secolo ai giorni nostri.

In questa intervista si rievocano alcuni momenti e caratteri salienti di questa storia antica, anche per mezzo di graziose scenette. Dalle tradizioni più arcaiche del Medio Evo fino agli anni ’30 del ‘900, il video rivela la natura vitale e umana del Carnevale di Fano, una tradizione che attraverso i secoli ha risentito ciclicamente dei flussi della grande Storia, delle dinamiche sociali, delle correnti artistiche e culturali di ogni epoca.
Il video è stato prodotto dal Circolo Culturale Angiola Bianchini nell’ambito della serie “Esplorare i confini“.

  • Intervista al Prof. Enrico Tosi a cura di Andrea Angelucci
  • Letture: Maria Flora Giammarioli, Vittorio Tranquilli, Luigi Canalini
  • Scenegiattura dei dialoghi: Enzo Vecchiarelli.
  • Una produzione Circolo Bianchini

Fano e Wissous celebrano il Carnevale con un gemellaggio tra studenti

Ha vissuto il suo atto finale ieri pomeriggio con la consegna degli attestati di partecipazione il progetto culturale che ha coinvolto le città di Fano e Wissous. Un progetto che ha avuto come protagonista il Carnevale e come attori principali l’Ente Carnevalesca, Direzione Didattica Fano-San Lazzaro con le Scuole Primarie “Corridoni” (classi 3^A e 4^A) e “Montessori” (classi 4^A-5^A-4^B-5^B), Amici Senza Frontiere e le Scuole Elementari della città francese.

L’iniziativa ha messo in contatto bambini di nazioni diverse in un periodo in cui purtroppo le distanze si sono accentuate a causa degli effetti della pandemia. Grazie al Carnevale, gli studenti fanesi e francesi hanno dato sfogo alla loro creatività realizzando disegni dedicati alla manifestazione carnascialesca, disegni che poi daranno vita ad una mostra con scambio di elaborati che verranno esposti sia in Italia che in Francia.

Questo gemellaggio si inserisce in un percorso didattico già consolidato, dal titolo “Atelier creativo del Carnevale“, che l’Ente Carnevalesca, grazie alla presidente Maria Flora Giammarioli, Nicola Anselmi (ideatore e promotore) e alla consigliera Romina Paoloni, hanno portato avanti con grande tenacia effettuando degli interessanti laboratori on line con i ragazzi delle scuole.

Ieri l’atto conclusivo con la consegna degli attestati di partecipazione alle classi 3^A e 4^A della Corridoni e 4^A-5^A-4^B-5^B della Montessori. Agli studenti di Wissous gli attestati sono stati spediti mentre a sua volta la scuola francese ha inviato ai pari età fanesi dei diplomi per sancire l’avvenuto gemellaggio. Alla cerimonia hanno partecipato anche il vice sindaco Cristian Fanesi, l’assessore al Turismo Etienn Lucarelli, l’assessore ai Servizi Educativi Samuele Mascarin e il presidente dell’associazione Amici Senza Frontiere Massimiliano Barbadoro.

Ecco il Carnevale E-statico con i nuovi carri dedicati a Dante Alighieri

Ci sarà anche il Carnevale quest’anno nell’estate fanese. Dal mare al centro storico i carri animeranno le serate di fine agosto con un unico comune denominatore: Dante. E’ infatti al poeta fiorentino, nel settecentesimo anniversario della sua morte, che sono stati dedicati i bozzetti dei nuovi carri che verranno realizzati per l’occasione.

Bozzetti che sono stati giudicati dal consiglio direttivo dell’Ente Carnevalesca insieme all’assessore Etienn Lucarelli e che hanno visto come più votato “Fosforil” di Mauro Chiappa, al secondo posto “Lasciate ogni speranza a voi che…tirate” di Luca Vassilich, al terzo “L’Amor perduto…la perdizione” di Matteo Angherà, al quarto “L’ignavo Gna fa” di Anna Mantovani e al quinto “Le Divine Vacanze Fanesi” di Isotti-Palamoni.

I primi tre classificati saranno quindi i protagonisti, insieme all’ex carro del Pesce Azzurro oggi trasformato da Mauro Chiappa in “Carnevale di Fano story” e al carro del Comune di Gradara dedicato a Paolo e Francesca, dei due fine settimana del 21 e 22 e del 28 e 29 agosto dedicati al “Carnevale E-statico”. Non sarà presente durante il Carnevale ma sempre dedicato a Dante è il carro del Liceo Nolfi-Apolloni su cui si inizierà a lavorare insieme agli studenti proprio durante i mesi estivi.

Sabato 21 e domenica 22 agosto il Carnevale si svolgerà in Sassonia. All’anfiteatro Rastatt verrà posizionato il carro di Gradara mentre all’altezza del centro anziani di viale Adriatico stazioneranno, uno di fronte all’altro “Carnevale di Fano story” e “Fosforil”. Stessa posizione anche per “Lasciate ogni speranza a voi che…tirate” e “L’Amor perduto” all’altezza della pista di pattinaggio. I carri saranno posizionati frontalmente per creare spazio per la platea che potrà assistere agli spettacoli.

Sabato 28 agosto la manifestazione si sposterà in centro storico con una grande caccia al tesoro mentre domenica 29 si ripeterà la stessa formula già adottata in Sassonia con la seguente logistica: al Pincio ci saranno “Lasciate ogni speranza a voi che…tirate” e “L’Amor perduto…la perdizione”, in via Cavour “Fosforil” ed in piazza XX Settembre il carro del Comune di Gradara. Previsto allestimento carnascialesco anche in piazza Costanzi, piazza Andrea Costa e nella zona del Pino Bar.

“Abbiamo cercato in tutti i modi di non fermare il Carnevale – spiega la presidente della Carnevalesca Maria Flora Giammarioli – sia perché la manifestazione fino ad oggi non ha mai avuto una battuta d’arresto sia per garantire continuità di lavoro a tutte le maestranze che con la loro professionalità ci permettono di mantenere viva un’importante tradizione per la nostra città”.

“Come Amministrazione abbiamo sostenuto questa manifestazione – aggiunge l’assessore al Turismo Etienn Lucarelli – perchè in un momento così difficile e delicato, eventi così importanti possono essere utili per promuovere la nostra città, dare linfa al turismo e aiutare le attività economiche”. 

La Carnevalesca celebra il Dantedì

Il 25 marzo si celebra la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. La data è quella che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia e che nel 2021, settecentenario della morte del poeta, assume un valore ancor più particolare.

Anche Fano città del Carnevale celebrerà questa data con un approfondimento: Fabio Tombari “dipinge” Dante

Claudio Pacifici e Marco Florio, con una introduzione critica di Maria Flora Giammarioli, daranno voce al un breve e simpatico racconto del nostro Fabio Tombari, dal titolo “La Divina Commedia” tratto dal libro, edito negli Oscar Mondadori, “Pensione Niagara” e altri racconti,

La storia narra di Fabio Tombari in  persona alle prese con il dilemma di chi potrebbe illustrare la Divina Commedia. Dopo aver interpellato artisti del calibro di Michelangelo e Leonardo, Raffaello e il Beato Angelico, la vicenda si concluderà con un colpo di scena tutto da ridere.

Per tutti coloro che vorranno seguire la lettura, potranno collegarsi giovedì 25 marzo alle ore 21 su Fano Tv o alle 21.30 nelle pagine social del Carnevale di Fano, Comune di Fano e Visit Fano.

Tesseramento La Carnevalesca 2021

Riparte il tesseramento della Carnevalesca di Fano per sostenere la manifestazione più importante della Regione Marche e per dare il proprio contributo all’organizzazione dell’Evento. Si perché chi diventerà socio, potrà partecipare alle assemblee, esprimere il proprio parere e votare quando ce ne sarà bisogno anche su questioni di primaria importanza.

Anche quest’anno, nonostante la situazione, non mancheranno le agevolazioni: tutti coloro che decideranno di acquistare la tessera, disponibile al costo di 10 euro, da oggi 10 marzo, presso la nuova sede de La Carnevalesca in via Rainerio 6, avranno diritto all’ingresso gratuito di un bambino fino a 140 cm di altezza, se accompagnato da due adulti paganti tariffa intera alle casse, in tutti i parchi Costa: Acquafan, Oltremare, Acquario di Cattolica, e Italia in Miniatura. I tesserati avranno inoltre diritto ad uno sconto di 3€ sul biglietto intero per le Grotte di Frasassi (escluso agosto) e varie tipologie di sconti e riduzioni nelle seguenti attività: Museo Nazionale Rossini di Pesaro; Museo dei Riciclosauri, via Furlo 29; Vicini abbigliamento, via Arco d’Augusto 38; Radiomagnetic centro diagnostico, Via Nolfi 78; L’Oro di Babet Gioielleria, corso Matteotti 155, Scintille & Coverstore Corso Matteotti 99 e Fanocenter.

“Quest’anno più che mai, il Carnevale ha bisogno del supporto dei fanesi – sottolinea la presidente Maria Flora Giammarioli -, una piccola spesa simbolica che, oltre alle agevolazioni, può dare un grande supporto al Carnevale il quale da lavoro a tanti giovani e famiglie e crea un indotto enorme in città”.

Per tutte le informazioni aggiornate su agevolazioni ed attività convenzionate consulta la voce Tesseramento.

Boom di visualizzazioni per la Settimana Grassa del Carnevale di Fano 2021 Digital Edition

Giammarioli: “Soddisfatti del risultato ma tornare in presenza è l’obbiettivo”

Sono state 104.214 le persone che hanno seguito le dirette social durante la settimana grassa Digital Edition. 9362 invece gli utenti che hanno seguito le dirette tramite Youtube. Un successo in termini di pubblico che ha premiato i 6 giorni di eventi online, con numeri importanti grazie anche alla presenza di un dj storico come Joe T. Vannelli e al mix di comicità e cultura che hanno interessato diversi tipi di pubblico.

“Con delicatezza abbiamo voluto dare un piccolo assaggio di Carnevale – ha commentato la presidente Maria Flora Giammarioli -, in un periodo dove di colorato e allegro c’è ben poco. Anche per questo motivo la digital edition non abbiamo voluto fosse troppo ‘sguaiata’, ma contraddistinta dalla sobrietà sicuramente più idonea al momento storico che stiamo vivendo. Nonostante questo abbiamo proposto parti della Divina Commedia in una chiave nuova, come ad esempio il connubio con Umanesimo Artificiale che ci ha mostrato l’inferno tradotto da algoritmi di intelligenza artificiale, una operazione sicuramente interessante e spettacolare. Abbiamo proposto alcune parti lasciando il testo originale come il Canto I dell’Inferno o il canto V del Purgatorio sul fanese Jacopo del Cassero, ed altre invece sono state tradotte in dialetto fanese così da legarle ancor di più al nostro territorio, infondo Dante è stato tradotto in tutte le lingue e in tutti i dialetti. Una suggestione particolare quella regalata dal bacio tra Paolo e Francesca, ripresa direttamente all’interno della loro stanza nel Castello di Gradara.

Nonostante la soddisfazione del risultato, aspettiamo con ansia l’edizione 2022 dove torneremo al “nostro” Carnevale avendo però capito che anche altre forme di spettacolo più avanguardiste si possono sposare con la tradizione.

Edizione che ha visto collaborazioni importanti come quelle con la Fondazione Teatro della Fortuna e l’Orchestra Sinfonica Rossini, donando al carnevale una magnifica “Overture di Carnevale”.

Tutta la settimana è stata diretta dal regista Henry Secchiaroli in collaborazione con Massimo Radi, Enrico Terminesi alla direzione audio luci, Comunica srl, Ideanet di Giovanni Carboni e la consulenza artistica di Pietro Conversano”.

“Nonostante non si sia potuto realizzare il Carnevale che tutti conosciamo – ha sottolineato l’assessore al Turismo ed Eventi Etienn Lucarelli -, la macchina organizzativa si è messa in moto per permettere di lavorare ad alcuni comparti fermi da tempo come la Cultura e ad altri in grossa difficoltà come il commercio cittadino. Questo grazie anche al coinvolgimento di attori, musicisti videomaker e al concorso delle Vetrine che ha dato un po’ di visibilità agli esercenti del centro storico. Ci rendiamo ovviamente conto che il Carnevale di Fano necessiti di eventi in presenza per essere funzionale al 100%. Siamo già al lavoro in stretto contatto con l’Ente Carnevalesca per organizzare un’edizione estiva, nella speranza che il periodo ci permetta di essere più tranquilli in termini di sicurezza”.

“Un ringraziamento, sottolinea la Presidente, a tutti gli artisti che hanno collaborato alla realizzazione degli spettacoli: Fabrizio Bartolucci, Marina Bragadin, Geoffrey Di Bartolomeo, Simone Diotallevi, Sandro Fabiani, Marco Florio, Luca Tazzari, Enrico Spelta, Emilia Claudi, Celeste Sambuchi, Paola Magi, David Berardi, Nicola Anselmi. Tutti i consiglieri della Carnevalesca ed infine, ringrazio di cuore tutti gli sponsor come la Bcc, Profilglass, Fanocenter, Pesceazzurro, Pietrelli Porte e Bricocenter, che nonostante il periodo non hanno fatto mancare il proprio supporto al Carnevale di Fano”.

Carnevale di Fano 2021: progetto Carnevale-Scuole negli istituti scolastici fanesi

L’Ente Carnevalesca ha dato vita anche quest’anno al Progetto Carnevale-Scuole, ideato e curato dal consigliere Nicola Anselmi, portando all’interno degli istituti scolastici fanesi la tradizione del personaggio del Vulon e della Musica Arabita e rinnovando così nei giovani studenti l’interesse per quella che è la manifestazione più importante della Regione Marche.

Quest’anno, date le restrizioni imposte dall’attuale pandemia in corso, il progetto si svolgerà in modo differente: la consueta visita alle classi degli istituti fanesi è stata riprogrammata per poter essere effettuata online tramite la piattaforma Meet (o altro) già abitualmente usata dagli studenti durante la DAD. Il collegamento si svolge nelle seguenti fasi: – approfondimento in generale sul Carnevale di Fano, sulla sua tradizione e sulle sue peculiarità – presentazione della maschera del Vulon, delle sue origini, delle sue caratteristiche e della sua personalità – introduzione sul tema del Carnevale 2021 dedicato a Dante e alla Divina Commedia, presentato ovviamente in modo adeguato ai giovani studenti – Musica Arabita con il maestro Daniele Gaudenzi il quale racconterà le origini e le caratteristiche della storica banda musicale fanese, invitando gli alunni a tenere il tempo musicale, anche se dalla classe. La durata della presentazione sarà di circa 45 minuti e darà comunque, alla classe, la possibilità di interagire con il Vulon e con il Maestro della Musica Arabita.

Carnevale di Fano 2021: una settimana grassa “Infernale” sta per invadere la città

Tutti gli eventi dedicati al Carnevale saranno trasmessi in streaming  attraverso media e social network della città

Ormai si sa, il Carnevale di Fano per evidenti cause, quest’anno non si potrà svolgere in presenza. L’Ente Carnevalesca, guidata dalla presidente Maria Flora Giammarioli, ha voluto però celebrare quello che solitamente è il cuore del Carnevale, la Settimana Grassa.

“Nessun evento in presenza ovviamente – ha spiegato la presidente Maria Flora Giammarioli -, ma per fortuna la tecnologia viene in nostro soccorso e ci permette di celebrare, attraverso momenti culturali, di spettacolo e di grande comicità, la settimana più importante del Carnevale. Trasmetteremo in streaming sui canali social del Carnevale di Fano, Comune di Fano, Fanoinforma e Vivere Fano, e su Fano Tv, una serie di appuntamenti che faranno rivivere la magica atmosfera del nostro Carnevale ai telespettatori, che potranno goderseli comodamente da casa propria”.

Si partirà l’11 febbraio alle ore 21, primo giorno della Settimana Grassa: luci accese sul piazzale della Fabbrica del Carnevale dove l’assessore al Turismo ed Eventi Etienn Lucarelli darà il via ufficiale alla manifestazione leggendo l’articolo 15 Bis dello Statuto Comunale che decreta che Fano è la Città del Carnevale. Come di consueto il primo cittadino Massimo Seri, consegnerà le chiavi della città e la fascia tricolore al Sindaco di Fano Città del Carnevale: Dante Alighieri. Con uno sketch tutto da ridere il sommo poeta, interpretato dall’attore Sandro Fabiani, avuti i poteri di “nuovo Sindaco”, riunirà prima il consiglio di Fano città delle Bambine e dei Bambini, coordinato  da Elisa Bilancioni,  poi il suo consiglio comunale ufficiale anzi, per essere più precisi, si ritroverà “Nel mezzo dello SCONsiglio comunale” con tanto di assessori e deleghe. Tanto per citarne uno, Caronte Assessore alla viabilità. Un vero e proprio spettacolo scritto da Luca Tazzari e interpretato dagli attori, Fabrizio Bartolucci, Marina Bragadin, Sandro Fabiani, Marco Florio e Massimo Pagnoni. Al termine dello spettacolo Dante Alighieri prenderà il carro del Vulòn e si dirigerà verso il centro storico per iniziare il suo governo.

Non poteva ovviamente mancare il Veglione del Carnevale di Fano che, in collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna e la sua Presidente Catia Amati, quest’anno potrà contare sulla presenza di uno dei Dj più famosi a livello internazionale.

Il 12 febbraio alle ore 18 dal Teatro cittadino, Joe T. Vannelli, darà il via al suo Dj set di grande musica house ed elettronica che verrà trasmesso sulla sua pagina ufficiale e nei canali sopracitati.

Il 13 febbraio ore 21, “Ouverture di Carnevale”. La Fondazione Teatro e l’Orchestra Sinfonica G. Rossini hanno voluto collaborare col Carnevale di Fano inserendo in questo concerto brani adatti alle tematiche generali della manifestazione e di quest’edizione; tra Pulcinella e Dante la serata proporrà pagine dal grande repertorio sinfonico e cameristico.

Interpreti della serata, l’Orchestra Sinfonica G. Rossini, il direttore Nicolas Nägele e l’attore Pietro Conversano. il quale reciterà il Canto V del Purgatorio sul fanese Jacopo Del Cassero. L’evento segnerà, dopo il Concerto di Capodanno, l’avvio della stagione concertistica di Fano.

Il 14 febbraio ore 21 sarà inevitabilmente dedicato all’amore, anche se in questo caso un po’ tormentato, come quello di Paolo e Francesca. Direttamente dalla loro stanza all’interno del Castello di Gradara, i protagonisti prenderanno vita grazie agli attori Emilia Glaudi ed Enrico Spelta che impersoneranno i due amanti del Canto V dell’Inferno tradotto in dialetto fanese da Paola Magi e Maurizio Misuriello.

Voci recitanti Nicola Anselmi, David Berardi, Paola Magi e la partecipazione di Maria Flora Giammarioli. Un ringraziamento speciale al Comune e alla Proloco di Gradara che hanno messo a disposizione location e attrezzatura.

Non poteva mancare il canto XXI dell’Inferno che di fatto dà il titolo al Carnevale di Fano 2021 “Ed elli avea del cul fatto trombetta”, sempre tradotto in dialetto fanese da Paola Magi e interpretato da Sandro Fabiani, Fabrizio Bartolucci, Massimo Pagnoni, Nicola Anselmi e Marco Florio, che andrà in scena dalla Fabbrica del Carnevale, il 15 febbraio ore 21.

La chiusura della settimana sarà il 16 febbraio sempre alle ore 21, con il Martedì Grasso trasmesso da una Fabbrica del Carnevale vestita a festa. Il countdown che partirà dal 1321(anno di morte di Dante), allo scoccare del 2021, lascerà la scena all’inferno dantesco tradotto da algoritmi di intelligenza artificiale i quali produrranno un testo e delle immagini  apparentemente surreali, titolo dell’opera “E sol volgea con l’altro fio”, una danza spettacolare che vedrà il duetto tra un drone e la ballerina Celeste Sambuchi. A completare il tutto, Maria Flora Giammarioli che reciterà alcuni versi. Questo progetto è stato curato dagli artisti di Umanesimo Artificiale, associazione culturale che opera nel campo della Media Art e che ha già stupito la Città di Fano con eventi originali e interessanti.

Si tornerà poi indietro di 700 anni per ascoltare, dalla splendida voce dell’attore Carlo Simoni, il 1° canto dell’inferno con proiezioni di immagini evocative.

Al termine il Sindaco del Carnevale Dante Alighieri, dopo una settimana di bagordi, riconsegnerà la fascia al sindaco Massimo Seri che, insieme a Maria Flora Giammarioli, daranno alle fiamme il Pupo, chiudendo la prima edizione web del Carnevale di Fano.

Durante la settimana Grassa anche il centro storico sarà allestito a festa grazie alle installazioni di opere carnevalesche e grazie ai commercianti che parteciperanno ad un concorso per la vetrina a tema Carnevale più suggestiva.

Tutti gli appuntamenti del Carnevale di Fano sopracitati, saranno trasmessi in onda sulla pagina ufficiale del Carnevale di Fano, Comune di Fano, Visitfano, Fanoinforma, Vivere Fano e andranno in onda su FanoTv. Gli eventi del Carnevale di Fano, continueranno anche nei prossimi mesi, con mostre, presentazione di libri, convegni e altri appuntamenti in sicurezza fino alla realizzazione del Carnevale in presenza, che se sarà possibile, si svolgerà alla fine dell’estate. La consulenza artistica della Settimana Grassa e delle manifestazioni del settecentenario dantesco è stata affidata a Pietro Conversano, la regia video ad Henry Secchiaroli in collaborazione con Massimo Radi per le riprese aeree e la Direzione Tecnica ad Enrico Terminesi.

 

FUORI CARNEVALE:

  • Mercoledì 10 e Giovedì 11 febbraio ore 19 in diretta facebook sulla pagina “imoretti.impro” “da 1 a 100 canti improvvisando” spettacolo in costume di improvvisazione teatrale con  Marco Mussoni e i suoi allievi “imoretti” dell’Accademia dello Spettacolo di Fano.
  • Mercoledì 17 ore 16,30, giovedì 18 ore 21, domenica 21 ore 21 “Esplorare i confini” trasmissione in onda su Fano TV sul Grande Libro del Carnevale di Fano di Enrico Tosi prodotto dal Circolo Bianchini con Vittorio Tranquilli, Maria Flora Giammarioli.

Celebrazioni di Dante Alighieri 1321-2021

Il Carnevale di Fano si aggiudica 10.000 euro accedendo al Bando Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

Fondamentale la collaborazione con l’Ufficio Europa del Comune di Fano

 

Nonostante ancora non sia possibile definire con certezza la data del prossimo Carnevale di Fano, a causa delle restrizioni dovute dalla pandemia da Coronavirus, l’Ente Carnevalesca non perde tempo e continua a lavorare nell’ottica di realizzare una manifestazione che possa veicolare la cultura legata al territorio (e non solo) e renderla accessibile a tutti.

“Non mi stancherò mai di dire che il Carnevale di Fano è una cosa seria – ha commentato la presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli – e come tale la sua grande visibilità deve essere ‘sfruttata’ come cassa di risonanza mediatica per veicolare messaggi importanti. Quest’anno come è già noto a tutti, il Carnevale di Fano sarà dedicato a Dante Alighieri e grazie anche alla collaborazione con Ivan Antognozzi dell’Ufficio Europa del Comune di Fano, siamo riusciti ad accedere al bando nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Oltre al patrocinio del Mibact, quest’anno potremo contare sul patrocinio del Comitato appena citato che si occupa delle celebrazioni dedicate al grande poeta e anche su di un importante contributo di 10mila euro che verrà investito sulla manifestazione. Nonostante sia certo che per quest’anno febbraio non sarà il mese del Carnevale, decreti permettendo, durante la settimana grassa svolgeremo comunque attività dedicate al Carnevale e a Dante Alighieri”.

Il Carnevale di Fano è una delle manifestazioni culturali più importanti della Regione, – ha commentato Ivan Antognozzi –. Siamo davvero entusiasti di aver tradotto l’ottima intuizione dell’Ente Carnevalesca, vincendo questo bando, ottenendo il patrocinio e il contributo. Un bando importante, realizzato dal Governo per stimolare una serie di progetti, che valorizzassero la figura di Dante. Inoltre, anche se in maniera più marginale rispetto ad altri territori, il poeta cita più volte la nostra zona e i personaggi che l’hanno vissuta e noi non potevamo farci sfuggire questa occasione”.

 “Messaggi recepiti anche dalle alte cariche del Governo – ha sottolineato Giammarioli – come la presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati che ci ha addirittura inviato un ringraziamento ufficiale. Continueremo verso questa strada non solo perché abbiamo la responsabilità di sfruttare una cassa di risonanza importante come quella del Carnevale ma anche perché i soldi pubblici che ci arrivano dai contribuenti, secondo noi devono essere spesi in un certo modo. Oltre ad impegnarmi per regalare ai fanesi ancora altri grandi Carnevali, mi impegnerò fino in fondo a riformare l’Ente Carnevalesca. Un’associazione culturale non può più farsi carico di una manifestazione importante come il Carnevale di Fano. In 150 anni non è mai stato fatto ma mi batterò fino alla fine per trasformarla in una fondazione più strutturata e più idonea per la gestione di un evento di tale portata. A quel punto sarò veramente soddisfatta”.

Convocazione Assemblea Ordinaria

E’ convocata l’Assemblea dei Soci, in sessione ORDINARIA, dell’Ente Carnevalesca di Fano in prima convocazione Martedì 15 settembre 2020 alle ore 23,30 presso Cooperativa Tre Ponti – Loc. Tre Ponti-Fano e in seconda convocazione Mercoledì 16 settembre 2020 alle ore 20,30 presso Cooperativa Tre Ponti – Loc. Tre Ponti-Fano per la trattazione del seguente ordine del giorno:

  • Nomina Presidente e Segretario assemblea
  • Comunicazione e relazione della Presidente
  • Lettura, discussione e approvazione del bilancio consuntivo anno sociale settembre 2018 – agosto 2019
  • Relazione dei Sindaci Revisori
  • Varie ed eventuali

In base all’art.9 dello Statuto le Assemblee ordinarie, in seconda convocazione, saranno valide qualunque sia il numero dei presenti e rappresentati, e le delibere saranno valide ed approvate con il voto favorevole della maggioranza dei votanti.

In assemblea ogni socio può farsi rappresentare da altro socio con delega. Ciascun socio non può rappresentare più di un socio.

Si raccomanda ai Soci di presentarsi all’Assemblea con documento di riconoscimento e tessera dell’Ente Carnevalesca 2020.

La Presidente
Maria Flora Giammarioli

Click to Hide Advanced Floating Content