Autore: giovanni

Un Luna Park fatto di laboratori, sfilate e teatro e musica. In piazza arriva il “Giovedì Grasso”

Il “Luna Park” del Carnevale sta per aprire in piazza XX Settembre con tantissime attività dedicate ai giovanissimi. Tutto pronto per il “Giovedì Grasso 2020”, organizzato dall’Ente Carnevalesca e dallo studio K_artone di Fano che, oltre ad aver realizzato il Pupo 2020 totalmente in cartone, si è occupato di realizzare tutti gli appuntamenti della giornata dedicata ai bambini. Giovedì 20 febbraio sarà una data importante anche perché si darà il via alla “Settimana Grassa” dove, come recita l’artico 15 bis dello statuto comunale, il presidente dell’Ente Carnevalesca, in questo caso Maria Flora Giammarioli, “spodesterà” il primo cittadino e consegnerà la fascia tricolore al sindaco di Fano Città del Carnevale che “governerà” la città fino al “Martedì Grasso”.

Tornando agli eventi in piazza, lo scambio della fascia tricolore tra Seri e Giammarioli, che si svolgerà intorno alle 17.00 sarà preceduto da tantissime attività dedicate ai più piccoli e non solo. Appuntamento in piazza Costanzi alle 15 dove partirà un coloratissimo corteo capitanato dal carro “I giovani coloreranno il mondo” del Liceo Nolfi/Apolloni, seguito da 4 mini carretti in miniatura alti circa 1 metro e 80 cm, realizzati dallo studio K_artone con la partecipazione di Andrea Curina di Fantagruel e dagli stessi studenti e della scuola durante attività extrascolastiche. Carretti totalmente bianchi, che verranno colorati durante al pomeriggio dai bambini che parteciperanno al laboratorio (Unica attività a numero chiuso per max 20 bambini. Prenotazioni sul posto). La sfilata sarà completata dal carro degli studenti della scuola Gandiglio e da un piccolo carretto realizzato da un giovane fan del Carnevale, proveniente da Pesaro che rappresenta Peter Pan. L’autore trainerà la sua opera a bordo di un piccolo trattorino elettrico.

Arrivati in piazza, intorno alle 15.30 Dj Volumetrica darà il via alla giornata con un sottofondo musicale dal palco centrale. La piazza sarà divisa in 2 zone, da una parte l’Area Ludica con laboratori di costruzione e pittorici, dove lo studio K_artone allestira 20 metri di telopittura, un laboratorio di maschere e un laboratorio di costruzione batterie (con materiale di riciclo) coordinato dal maestro Giorgio Caselli con la collaborazione di Stefania Carboni (Cremi, Servizi Educativi, Fano Città dei Bambini). La seconda zona sarà invece l’Area Movimento, dove Adriatic Bowl installera una rampa da skate per i primi approcci con la tavola. L’associazione TOC APS allestirà invece un divertentissimo laboratorio di giocoleria circense e, per la prima volta a Fano, Michele Fortunato con il suo “Cicl8”, una giostra totalmente ecologica alimentata da una bicicletta posizionata al centro dell’attrazione.

Alle 17 in punto, come sopracitato, La presidente dell’Ente Carnevalesca Maria Flora Giammarioli, riceverà dal primo cittadino Massimo Seri la fascia e le chiavi della città, consegnandole poi al Sindaco del Carnevale 2020, Andrea Giomaro, eccellenza fanese che vanta la vittoria di un David di Donatello per gli effetti speciali e collaborazioni con registi del calibro di Ridley Scott. Il palco centrale verrà poi lasciato, intorno alle 17.30, ad un momento magico realizzato da Sandro Fabiani, Maria Cristina Nicolini e Marco Florio che interpreteranno alcune fiabe per bambini. Dal teatro alla musica il passo è breve con il “Giovedì Grasso”: alle 18 circa, coordinati da Elisa Ridolfi, si esibirà il coro Capogiro Junior, diretto da Stefania Paterniani, il quale lascerà poi la conclusione a LiberaMusica (Mani bianche). Un momento emozionante che vedrà i giovani coristi esibirsi con i loro classici guanti bianchi. A seguire concluderà l’evento l’esibizione canora del coro della Scuola Montessori di San Lazzaro diretto da Caterina Di Sante.

La giornata verrà invece conclusa dai professionisti della risata del San Costanzo Show con lo spettacolo 6 personaggi in cerca del 7°, con regia di Paola Galassi e Oscar Genovese, in programma per le ore 21.15 al cinema Politeama. La giornata si concluderà al Palazzo del Carnevale, gestito da Comunica Srl, aperto già dalle 18 per un aperitivo musicale. Alle 21.30 si esibirà invece Dave Orlando in una serata intitolata “Musica e Parole”, tra brani che spazieranno dal cantautorato italiano al rock internazionale, il tutto condito da aneddoti di vita dentro e fuori dal palco.

Tantissima gente per la seconda domenica del Carnevale di Fano 2020

Un passo dal tutto esaurito (13.420 biglietti venduti), tanti palchi mascherati e una bellissima atmosfera hanno caratterizzato la seconda domenica del Carnevale di Fano 2020. Una sfilata più veloce rispetto alla prima domenica che si è svolta senza alcun intoppo e problema. Anche le file ai varchi sono state scorrevoli e non si sono registrati disagi.

 

Il triplice colpo di cannone, come di consueto ha dato il via ufficiale alla manifestazione e al corteo capitanato da Maria Flora Giammarioli, l’amministrazione comunale, una delegazione di Argos forze di polizia e Giuseppe Facchini, assessore al Turismo e Commercio di Predazzo, venuto in vista a Fano per rendere omaggio al Carro Potenza Inaudita di Matteo Angherà, dedicato alla Val di Fiemme e alla Val di Fassa, colpite da una spaventosa tempesta nel 2018 che ha creato grandissimi danni, distruggendo intere foreste.

 

I veri protagonisti della giornata sono stati però i carri e le mascherate delle fazioni, ancor più belle sotto la luce di un sole quasi primaverile. Ad aprire il corteo ci ha pensato il Carro del “Vulòn” di Mauro Chiappa e Fantagruel anticipato dal Crazy Djambè, street band dal sound afro. A seguire, “Giovani: motore e colore del mondo” dei ragazzi del Liceo Nolfi/Apolloni; la mascherata “Human Plastic Doll” realizzata dalla fazione del Delfino che ha accompagnato il carro di 2^ categoria “Barbie Greta”, di Mauro Chiappa e Fantagruel; alle spalle dell’icona mondiale dell’ecologismo, la Marcia degli abbracci gratis e le New Lady Spartanes gruppo di ballerine che già ieri, durante “La Notte dei Colori” ha incantato tutti. “Super Azzurro” di Mauro Chiappa e Fantagruel con a bordo i professionisti della risata del San Costanzo Show hanno preceduto il carro “Carnevale di Fano” circondato dall’allegra famiglia dei Vulòn. Carro che ha anche “scarrozzato” su e giù per il viale l’ospite di giornata Antonio Mezzancella, Whiskey il Ragnetto e Greta di Coccole Sonore. Casacche viola, occhiali da sole bianchi, trombe, tromboni e percussioni hanno poi fatto il loro ingresso sul sambodromo fanese con la “Mistrafunky-Street Band” i quali hanno preceduto il carro “Capitan Aset” di Luca Vassilich con Carnival Factory. Il secondo carro di 1^ categoria a scendere in pista è stato “Potenza Inaudita” (Matteo Angherà – Carnival Factory), “scortato” da “La Foresta dei Violini” realizzata dalla fazione della Volpe. A seguire il carro Costa Parchi e la mascherata “Rivoluzione Planetaria” realizzata dalla fazione del Lupo che ha preceduto “Vita Natural Durante” splendido carro di 1^ categoria realizzato dalla maestra carrista Anna Mantovani e da Carnival Factory. La New Latin Accademy di Mattia Diamantini, con la mascherata “Il mondo è nelle nostre mani” ha invece fatto da apripista al carro di 1^ categoria “E’ tutto nelle nostre mani” di Valeria Guerra e Gommapiuma per caso. Hanno chiuso il corteo i minicarri delle Befane di Urbania e “Leonardo da Vinci genio del rinascimento” dell’associazione Montale di Arcevia. In coda, ovviamente la Musica Arabita e gli Obelisco Nero più scatenati che mai. Il corteo è stato accompagnato anche da alcuni intramezzi musicali di Abba the Best che hanno proposto alcuni dei più grandi successi della band svedese.

LArca-di-Noè-Tribuna-vincitrice-del-1°-Premio


La giornata non è ovviamente finita qui, dopo i 2 giri del getto e della luminaria, ci si è spostati al Pincio per l’esibizione di Antonio Mezzancella. Tra canzoni e imitazioni l’artista ha conquistato l’area kids e il pubblico. Al termine della sua esibizione, uno dei momenti più attesi, la classifica delle tribune mascherate. Il primo premio, un weekend per 15 persone messo in palio dall’agenzia Tuquitour, è andato alle tribune 10,11,12,13 intitolate “L’Arca di Noe”, al secondo posto, le tribune 44 e 45 (15 ingressi omaggio per i parchi Costa). Terze classificate le tribune 16, 17 e 18 (un buono da 200 euro da spendere al ristorante Il Chiostro, messo in palio da Tuquitour). Quarta la tribuna 21 (un buono da 150 euro messo in palio dal ristorante Idea.le Food&More di Piazza XX Settembre). Quinta classificata la tribuna 23 (15 pizze offerte da La Perla di viale Adriatico). Sesta classificata la tribuna 30 (12 bottiglie di vino offerta da Enoteca Biagioni. Settima classificata la tribuna 26, (15 aperitivi offerti da MonnaLisa del Pincio) e ottava classificata la tribuna 26 (15 “Bolle” offerte dal Bardàn Bar di Piazza XX Settembre). Il vincitore del Gioco del Carnevale è il possessore del biglietto numero 1523 che si aggiudica una crociera offerta da Zenaide Viaggi.

 

La festa si è poi spostata in Piazza XX Settembre dove, alle 19, gli Zebratre hanno fatto ballare chi si è fermato in centro città. In concomitanza, anche il Palazzo del Carnevale – Loft Casarredo si è animato. Dopo il successo della serata di ieri, l’open space ha proposto un aperitivo musicale con Volumetrica Dj, che ha fatto da apripista a “Città in Festa”, momento artistico a cura di Paolo Del Signore. Momento artistico con l’esposizione di 3 opere pittoriche create dallo stesso Del Signore, la proiezione di un video realizzato da Imago Multivisioni di Carlo Ceccarelli che ha presentato appunto “Fano in festa” e la sfilata degli abiti dedicati al Carnevale ideati e realizzati dalle allieve della scuola Artemoda di Michela Ricci.

Sfilate dei carri, musica, festa e grandi affari La Notte dei Colori accende la città

Dopo anni si rivedranno i carri (2^ categoria) sfilare lungo corso Matteotti. Concerti al Pincio e al Palazzo del Carnevale, djset in Piazza e offerte speciali per tutti i fanesi e non, mascherati

 

Il centro storico è pronto ad accogliere una delle novità più attese del Carnevale di Fano 2020: La Notte dei Colori. Una serata di grande festa che investirà tutto il centro città a partire dalla zona del Pincio dove, già dalle 18.30 tutti i fan di Vasco Rossi sono chiamati a raccolta. Vittoria Chiarenza, sul palco eventi ci dedicherà un momento molto interessante con la presentazione del libro “Una vita spericolata in equilibrio sopra la follia”, opera dedicata al grande Blasco. Dalla teoria si passerà poi alla pratica e al sound coinvolgente dei BdA Vascoverband chedalle 19 alle 21 trasformeranno l’area del Pincio in una piccola San Siro proponendo alcuni dei brani più celebri del rocker italiano. Non un semplice tributo, ma una vera e propria celebrazione fatta di musica, interpretazione e grandi emozioni.

 

Alle 21, il corteo capitanato dalla Musica Arabita, le mascherate delle fazioni, Volpe, Delfino, Lupo, con la collaborazione di New Latin Accademy di Mattia Diamantini partiranno dal Pincio e sfileranno lungo corso Matteotti fino ad arrivare in piazza XX Settembre. Le fazioni saranno accompagnate dalla Befana di Urbania, dalla musica africana di Crazy Djambé e dalla Street Band New Lady Spartanes che con le loro coreografie renderanno ancor più magica la sfilata. Non è finita qui, perché come non succedeva da anni, il corteo sarà impreziosito da alcuni dei carri di 2^ categoria che percorreranno corso Matteotti fino ad arrivare nella piazza centrale della città. Il Carro del Vulòn, aprirà il corteo regalando un colpo d’occhio suggestivo che riporta alla memoria degli antichi Carnevali che si svolgevano proprio in centro storico.

 

Quando la sfilata entrerà in piazza XX Settembre, i carri faranno da scenografia ed esploderà la festa grazie al video Dj Show live dei Vdj Marco Ossanna e Dj Fabrizio Fratta che scalderanno la serata in attesa di Dj Kiko, volto noto della movida romana e dalla vocalist Loreline e lo spettacolo delle New Lady Spartanes, mentre le street band e le mascherate continueranno ad animare lungo il corso Matteotti direzione Ancona e Pesaro. Musica e balli per tutta la serata per la prima festa di Carnevale a cielo aperto della città. Per chi volesse invece godersi una serata musicale, gustandosi un drink al ritmo di swing, potrà farlo, alle 21.45, al Palazzo del Carnevale – Loft Casarredo di via De Pili dove, in collaborazione con il Fano Jazz Network, si esibiranno i TSO – Trattamento Swing Obbligatorio.

 

La Notte dei Colori non sarà solo festa, musica e sfilate, ma anche un’occasione per fare ottimi affari. Bar, ristoranti, negozi che aderiranno all’iniziativa (vedi tutte le attività che aderiscono all’iniziativa) metteranno a disposizione menù, bevande e merce ad un prezzo ribassato per tutti coloro che si presenteranno ad acquistare indossando una maschera. Gli stessi esercenti del centro città diventeranno protagonisti della serata. Oltre a travestirsi loro stessi, i commercianti avranno infatti la possibilità di esporre la propria merce anche al di fuori dei negozi e ovviamente di tenere aperte le attività fino a mezzanotte. Come una vera e propria “Notte dei Saldi”, la “Notte dei Colori”, racchiuderà quindi in sé una duplice serata tra grandi occasioni e divertimento.

Musica, arte e la birra Vulona: week end di emozioni al Palazzo del Carnevale

Nel Loft Casarredo da qualche giorno si più gustare la birra ufficiale del Carnevale di Fano

In calendario da venerdì a domenica tanti appuntamenti tra cui il rinnovo del gemellaggio con Argos Forze di Polizia

Si sta confermando una delle intuizioni migliori del Carnevale di Fano (l’idea è dell’agenzia Comunica Srl e dell’Ente Carnevalesca) e dopo i grandi appuntamenti dello scorso fine settimana come le letture dantesche di Giorgio Colangeli e la cena benefica di Telethon, anche per il secondo week end è pronto ad emozionare con appuntamenti in grado di soddisfare le più svariate esigenze. Il Palazzo del Carnevale – Loft Casarredo è pronto ad aprire le sue porte e lo farà venerdì 14 febbraio con la musica live chitarra e voce di Giacomo Toni.

Autore, compositore, pianista e cantante, Giacomo Toni è noto agli appassionati del genere per l’utilizzo di un lessico paradossale e per i monologhi improvvisati che legano un brano all’altro: un compositore con il genio dei grandi artisti del passato e la forma di un giovane d’assalto. Con i suoi testi, ironici e pungenti, ormonali e surreali, ha aperto i concerti di artisti di fama nazionale quali Raphael Gualazzi, Edoardo Bennato, Francesco Baccini e John De Leo.

Ad accompagnare il concerto ci sarà ovviamente la zona bar gestita da Work in Progress (apertura ore 18) nella quale sono a disposizione prodotti esclusivamente del territorio e di aziende locali come il Bianchello del Metauro della Cantina Di Sante, finger food e dolci della Pasticciera Arturo e il caffè Must Espresso e dove da qualche giorno è possibile gustare anche La Vulona, la birra ufficiale del Carnevale di Fano realizzata dal birrificio Renton.

La grande musica, in quello che i fanesi ricordano tutti come l’ex cinema Boccaccio e allestito per l’occasione da Eventom, continuerà sabato 15 quando, contestualmente a La Notte dei Colori in programma in tutto il centro storico, a prendere la scena saranno I Tso con un con un concerto/evento in collaborazione con il Fano Jazz Network.

Mauro Chiappa (voce), Giorgio Vampa (sax tenore), Leonardo Rosciglione (piano), Daniele Bargnesi (contrabbasso) e   Giuseppe “Joe” Pagnoni (batteria) accompagneranno dalle 22 con la loro musica swing, jazz e blues proponendo delle rivisitazioni di brani celebri di artisti come Fred Buscaglione, Fred Bongusto, Enzo Jannacci, Paolo Conte e Renato Carosone.

Ricchissima l’agenda di domenica 16 febbraio che si aprirà con il rinnovo del gemellaggio tra Ente Carnevalesca e Argos forze di Polizia, associazione il cui scopo è quello di fare promozione sociale e culturale e che, così come la manifestazione fanese, ha a cuore l’ambiente tanto che al suo interno ha anche un corpo di volontari che si occupano di tutela ambientale. Insieme ad Argos saranno presenti anche il maestro Danilo Murzilli che intonerà l’inno da lui composto per il Carnevale di Fano e gli Abba the Best, cover band ufficiale dei mitici Abba.

Il Palazzo del Carnevale – Loft Casarredo tornerà protagonista poi alle 18 con l’aperitivo musicale a cura di Volumetrica dj che farà da apripista a “Città in Festa”, momento artistico a cura di Paolo Del Signore, artista che non ha bisogno di presentazioni al quale si deve, tra le altre cose, la progettazione e decorazione del prendigetto.

Città in Festa prevede l’esposizione di 3 opere pittoriche create dallo stesso Del Signore, la proiezione di un video realizzato Imago Multivisioni di Carlo Ceccarelli che presenta appunto “Fano in festa” e la sfilata degli abiti dedicati al carnevale ideati e realizzati dalle allieve della scuola Artemoda di Michela Ricci.

La Notte dei Colori: Fuori tutto è Carnevale

Veglione in maschera sabato 15 febbraio per le vie del Centro Storico di Fano dalle ore 19.00 con sfilata dei carri delle fazioni e la Musica Arabita in collaborazione con le associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio e CNA.

Area Pincio

  • Incontro con la scrittrice Vittoria Chiarenza autrice del libro”Una vita spericolata in equilibrio sopra la follia”
  • Concerto BdA Vascover Band, ore 19.00
  • Street Band New Lady Spartanes e la Befana di Urbania.

Piazza XX Settembre
Video DJ SHOW Live VDJ Marco Ossanna e Dj Fabrizio Fratta, direttamente dalla movida romana Dj Kiko e vocalist Loreline

PALAZZO DEL CARNEVALE – LOFT CASARREDO, ore 21.30 
I TSO – concerto evento in collaborazione con il Fano Jazz Network.

Ecco tutte le attività commerciali del centro storico di Fano che al momento hanno aderito alla “Notte dei Colori”.
Una grande novità che coinvolgerà tutta la città a partire dai commercianti che, per l’occasione proporranno sconti e offerte a chi si presenterà in maschera. 

Gli esercizi commerciali della Notte dei Colori:

  • Profumeria Taussi – Corso G. Matteotti, 118
  • Yamamay & Carpisa – Corso G. Matteotti, 20
  • Degusteria Piccolo Bistrot Alimentare – Piazza XX Settembre, 28
  • Piadineria Da Gico & Ele – Piazza XX Settembre, 33
  • Stile di Vita by Alba srl – Corso Matteotti, 130
  • Ottica Sartori – piazza Costanzi, 22
  • La Farfalla ceramiche artistiche – Corso G. Matteotti, 65
  • CIVICO 4 abbigliamento – piazza XX Settembre 4
  • Mondadori Bookstore Fano – Corso G. Matteotti, 184
  • The Fox Giocattoli – Piazza XX Settembre, 41
  • Sugar abbigliamento – C.so Matteotti,57 Fano
  • Libreria Pensieri Belli – Via Garibaldi, 86
  • Laltrastoria – Corso Matteotti 129
  • Caffè Centrale – Corso G. Matteotti, 104
  • Max&Co – Corso G. Matteotti, 71
  • Erboristeria l’Agrifoglio – Corso Matteotti 6
  • Tabaccheria Massimo Tonelli – Piazza XX Settembre, 42
  • Spazio 120 – C.so Matteotti 120
  • Bardàn – Piazza XX Settembre, 28
  • Golden Point – Corso G. Matteotti, 115

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Carnevale di Fano fa il suo debutto su viale Gramsci

Oltre 12mila persone all’esordio in una splendida giornata di sole
per l’evento più importante della Regione Marche

Buona la prima per il Carnevale di Fano che ha fatto il suo esordio questo pomeriggio su viale Gramsci con oltre 12mila spettatori. Alle 15 in punto i 3 colpi di cannone hanno dato il via alla manifestazione più importante della Regione in una splendida giornata baciata dal sole. Ed ecco che, accompagnati dalla sigla ufficiale del Carnevale “Avanti e indrè” della Borghetti Bugaron Band, il Vulòn, l’amministrazione Comunale di Fano, la Sindaca di Gandia Diana Morant Ripol, Omero Toso, vicepresidente della Fondazione Telethon, seguiti da una scatenata Maria Flora Giammarioli a bordo del carro del Vulòn, hanno aperto il corteo.

Protagonisti assoluti dell’evento, come di consueto, sono stati loro, i giganti di Cartapesta. Ad aprire il corteo dei carri allegorici ci ha pensato El Vulón, realizzato da Mauro Chiappa dell’associazione Fantagruel che ha condotto la sfilata seguito in successione dalla banda musicale “La Matta” di San Costanzo, “I Giovani: Colore e Motore del mondo!, realizzato dal Liceo Nolfi/Apolloni, Barbie Greta, di Mauro Chiappa e Fantagruel, “La Marcia degli Abbracci gratis di Fano, Super Azzurro, il nuovo carro griffato Pesce Azzurro, il carro di 1^ categoria Carnevale di Fano, realizzato dall’associazione Carnival Factory, il primo carro “Cardioprotetto” nella storia del Carnevale, che ha ospitato le ballerine de Las Chicas Cubana, il piccolo Federico Ielapi, protagonista del Pinocchio di Matteo Garrone e l’attore Giorgio Colangeli. A seguire il mini carro, “Capitan Aset” di Luca Vassilich e Carnival Factory, da un’idea di Henry Secchiaroli, Il carro di 1^ categoria Potenza Inaudita di Matteo Angherà , realizzato assieme all’associazione Carnival Factory, il mini carro a Costa Parchi Edutainment, storico partner del Carnevale di Fano, “Vita Natural Durante” (1^ Categoria), realizzato da Anna Mantovani e da Carnival Factory e “E’ tutto nelle nostre mani” (1^ Categoria) di Valeria Guerra e dell’associazione Gommapiuma. Hanno chiuso la sfilata “Leonardo da Vinci il genio del Rinascimento”, carro realizzato dall’associazione “Montale, un paese da vivere, Amici di Piticchio e Magnadorsa le tre botti”, e “E’ Arabita” di Samanta Bartolucci, carro della Musica Arabita.

 

Se i carri sono stati protagonisti, le fazioni della città non sono state da meno. Dopo mesi e mesi di duro lavoro, per realizzare le mascherate che hanno accompagnato i giganti, contribuendo a colorare ancora di più il viale del Carnevale. Delfino, Volpe, Lupo e la New Latin Accademy di Mattia Diamantini, oltre che aver realizzato i costumi, hanno ovviamente sfilato per tutto il pomeriggio.

 

Alle 16.45 circa, nonostante il cielo pulito, una pioggia battente è scesa sulla folla. Per fortuna neanche una goccia d’acqua ma una cascata di dolcezza, dei circa 70 quintali di dolciumi di cioccolato di qualità fornito dalla Ditta Rovelli. Il “Getto” ha anticipato il giro più spettacolare, ossia quello della luminaria, che ha concluso la giornata di sfilate. La festa non è però finita qui.

Da viale Gramsci ci si è poi spostati al Pincio dove Las Chicas Cubana, si sono esibite in sballi sfrenati, prima delle premiazioni delle tribune-box che hanno consacrato i box 36/37 come vincitori, ai quali va un weekend a mezza pensione per 15 persone offerto da Tuquitour (Il voucher va ritirato in agenzia). I secondi classificati sono stati i box 44 e 45 che si sono aggiudicati 15 ingressi ad uno dei parchi Costa Edutainment (Italia in Miniatura, Oltremare, Aquafan). Terzo classificato il numero 13, che si aggiudica un buono da 200 euro, offerto da Tuquitour, da spendere al “Chiostro”, mentre il quarto classificato, il numero 29, si aggiudica un buono da 150 euro da spendere presso il ristorante Idea.le Food&More, messo in palio dagli stessi titolari del ristorante di piazza XX Settembre. A seguire è stato etratto anche il biglietto vincente del “Gioco del Carnevale”, che si è aggiudicato uno scooter 125, messo in palio da Mz. Il vincitore è il possessore del biglietto numero 2882.

In concomitanza con le attività al Pincio, intorno alle 18, all’ex Chiesa di San Leonardo è partito il Carnage Collective – Carnival Party, che assieme al concerto delle 19 di piazza XX Settembre, ha fatto ballare i giovani della città.

 

Gli “Uomini del Getto” ed il suo segretissimo Caveau

Oltre 14 tipologie di cioccolatini differenti, 160 casse ciascuna domenica e 180 quintali (80% cioccolato e 20% caramelle di alta qualità) per tutto l’evento. Stiamo parlando del famoso Getto dei dolciumi che questa mattina è stato svelato alle televisioni e alla carta stampata, aprendo le porte del segretissimo Caveau dove è gelosamente custodito e protetto in attesa di essere distribuito tra la 10 postazioni Getto, posizionate sui 4 carri di prima categoria e sul carro della Musica Arabita.

 

Protagonisti di questa importantissima caratteristica del Carnevale fanese, sono gli “Uomini del Getto”: il consigliere responsabile Stefano Ciavaglia e Vincenzo Ceccarelli, con la loro esperienza trentennale, che già da qualche tempo lavorano giorno e notte per riempire e suddividere le casse con i dolciumi forniti dalla Ditta Rovelli della provincia di Rimini. Un getto quasi a chilometro zero che per il terzo anno di fila, rende la manifestazione marchigiana, la più dolce d’Italia.

 

Una volta preparate le 150 casse necessarie per rifornire i giganti di cartapesta per la prima domenica di sfilate, il materiale viene caricato su un camion e trasportato fino alla Fabbrica del Carnevale dove, con una gru, viene poi caricato sulle strutture. Terminata la sfilata domenicale, le casse vuote vengono riportate al Caveau dove, già dal lunedì mattina, gli “Uomini del Getto”, provvedono a prepararle per la domenica successiva.

 

Ogni carro di prima categoria porta in media 30 casse colme di dolciumi, per coloro che ogni anno fanno a gara per acquistare una postazione e provare l’ebrezza di lanciare cioccolatini e caramelle alla folla. Tradizione del Getto ancora ambitissima, basti pensare che le postazioni a disposizione sono già state quasi tutte vendute. Per chi volesse partecipare al lancio ed acquistare le poche postazioni rimaste, è sufficiente rivolgersi all’Ente Carnevalesca di Fano al numero 0721803866.

 

 

La magia del Carnevale tra i banchi di scuola

Continua la fortunata collaborazione tra istituti scolastici e Carnevale di Fano
Vulòn e Musica Arabita, insegnanti d’eccezione

L’Ente Carnevalesca, in collaborazione con il Comune di Fano e con il grande supporto di Bricocenter e del suo direttore Danilo Crosio, ha dato vita anche quest’anno al progetto Carnevale-Scuole, ideato e curato dal consigliere Nicola Anselmi, portando all’interno degli istituti scolastici fanesi la tradizione del personaggio del Vulon e della Musica Arabita e rinnovando così nei giovani studenti l’interesse per quella che è la manifestazione più importante della regione Marche.

La prima parte del progetto vede la presenza all’interno degli istituti scolastici del Vulòn, impersonato da Paolo Casisa, il quale durante gli incontri con i bambini, racconta la storia e le origini del Carnevale e della nostra maschera ufficiale. Incontri resi ancora più interessanti e divertenti grazie alla presenza della Musica Arabita capitanata da Daniele Gaudenzi che con il suo gruppo folcloristico ha coinvolto insegnanti ed alunni a suonare e ballare con loro. Altro importante appuntamento sono le gite alla Fabbrica del Carnevale dove i bambini possono visionare e toccare con mano le varie fasi della realizzazione dei giganti di cartapesta.

Il progetto, nato lo scorso anno, ha ritrovato le adesioni da parte dei dirigenti scolastici e di tante associazioni, che hanno permesso così di ampliarlo e concretizzare nuove idee e nuove iniziative ad esso correlate. Come ad esempio la mostra fotografica all’interno dell’istituto Corridoni di viale Gramsci, intitolata “El Carnevalon: la bottega dell’allegria”, attiva dal 5 al 25 febbraio che espone più di 70 immagini storiche del Carnevale di Fano, fortemente voluta dalla dirigente del Circolo Didattico San Lazzaro, dottoressa Elvira Pagliuca e coordinata da Sara Olivieri ed Elwin Anthony Van Dijk, sempre molto attivi all’interno dell’istituto.

Si conferma anche quest’anno la presenza delle artiste esperte in creatività all’interno dei plessi scolastici che, per conto dell’Ente Carnevalesca, guidano e supportano alunni e insegnanti nella preparazione delle mascherate per le sfilate della domenica mattina. Di fondamentale importanza anche la partecipazione di Bricocenter Fano, che ha finanziato tutto il materiale necessario per lo svolgimento dei laboratori. Un aiuto concreto che sottolinea l’attaccamento alle manifestazioni del territorio da parte del punto vendita di via Einaudi 26. Ed è anche grazie a loro che il tradizionale Carnevale dei bambini della domenica mattina si anima di colori e vivacità rimanendo sempre fedeli al tema portante di quest’anno: la tutela dell’ambiente. Si ringraziano quindi: Rosaria Ricci, Chiara Perugini, Barbara ed Emanuela Orciari. “L’Ente Carnevalesca tiene particolarmente a questo progetto – sostiene la presidente Maria Flora Giammarioli – perché dà modo così di guardare in maniera positiva al futuro della manifestazione più importante della città, stimolando così l’arte del Carnevale nei più piccoli. Ringraziamo pertanto tutti i dirigenti degli istituti, gli insegnanti, chi ha collaborato, i genitori e tutti i bambini”. Appuntamento quindi al Carnevale dei Bambini, tutte le domeniche alle ore 10.00 ad ingresso gratuito, sul percorso di viale Gramsci, adulti compresi.

Spuntano le tribune del Carnevale Tutto quello che c’è da sapere sull’acquisto biglietti

Spuntano le tribune del Carnevale
Tutto quello che c’è da sapere sull’acquisto biglietti

Quando su viale Gramsci appaiono loro, si comincia a respirare aria di Carnevale. Stiamo parlando delle tribune, che già da questa mattina sono al montaggio lungo quello che, nelle domeniche del 9, 16 e 23 febbraio si trasformerà nel viale più allegro e colorato d’Italia. Per avere la certezza di partecipare alle sfilate e non rischiare di rimanere fuori (ricordiamo che al raggiungimento delle 14425 persone, non sarà più possibile accedere alle sfilate) o semplicemente per evitare code e disagi alle casse, può già acquistare il proprio biglietto su questo sito cliccando nell’apposita sezione BIGLIETTERIA E PREVENDITA ONLINE che rimanda al sito di Vivaticket.

Per accedere al viale del Carnevale è possibile acquistare il “Posto in piedi” ad un prezzo di 10 euro se lo si acquista online o 12 euro alla cassa, cosa sconsigliata dall’organizzazione per evitare il più possibile di creare ingorghi e code agli ingressi e per non rischiare, come sopracitato, di rimanere fuori dal percorso in caso del raggiungimento delle 14425 persone. Previste riduzioni per disabili, minorenni, ultrasessantaciquenni, gruppi di almeno 25 persone, che potranno acquistare il ticket d’ingresso al prezzo di 7 euro.
I possessori della tessera dell’Ente Carnevalesca, gli accompagnatori di disabili e bambini sotto I 140 centimetri, potranno acquistare il ticket d’ingresso al costo di 1 euro. Per accedere ad uno delle 56 tribune-box dislocate sul viale, sui quali potranno salire fino ad un massimo di 15 persone, il costo è di 225 euro a box. Mentre per accedere alle 2 tribune (A e B), che contengono rispettivamente 180 e 100 persone (sedute su panchetta), il costo è di 15 euro a persona.

Chi accede alle tribune- box ha diritto a partecipare all’ormai storico concorso per la miglior mascherata, che quest’anno prevede ricchi premi per i primi 3 classificati e soprese anche per chi non riuscirà a salire sul podio.
La tribuna-Box vincitruce si aggiudicherà un weekend (per 15 persone) offerto dall’agenzia viaggi Tuquitour di Fano.
La seconda classificata avrà a disposizione un buono cena in un ristorante della città (valore 200 euro).
La terza classificata verrà premiata con 15 ingressi omaggio ai parchi di Costa Edutainment. I premi si ripeteranno per tutte e tre le domeniche del Carnevale. Le mascherate più belle intorno alle 18, verranno fatti sfilare lungo viale Gramsci fino ad arrivare sul palco del Pincio , luogo dove verranno annunciati I vincitori.

In caso di annullamento della manifestazione (avverse condizioni meteo o altro grave impedimento) i possessori dei biglietti validi per l’accesso alle tribune e al percorso, potranno riutilizzarli nella domenica di recupero (4^ eventuale giornata di sfilate in caso di rinvio di una delle 3 domeniche ufficiali). Il possessore del biglietto avrà comunque la facoltà di essere rimborsato, seguendo le istruzioni che verranno inviate direttamente da Vivaticket tramite mail.

Continua nel frattempo il tesseramento dell’Ente Carnevalesca, una sottoscrizione importantissima poiché chi acquisterà la tessera del Carnevale 2020, al costo di soli 10 euro, oltre al proprio contributo alla manifestazione, diventerà socio e potrà partecipare alle assemblee, esprimere il proprio parere e votare quando ce ne sarà bisogno. Non mancheranno le agevolazioni: a partire dalla possibilità di entrare al Carnevale, spendendo solamente 1 euro. Non finisce qui, perché i tesserati avranno diritto a tantissimi sconti e riduzioni, su parchi divertimento, musei, negozi e servizi di ogni tipo. Per chi volesse acquistare la Tessera dell’Ente Carnevalesca 2020, potrà farlo al Cover Store di Corso Matteotti 232; nel nuovo punto vendita Vodafone in via Pisacane 2 (difronte alla Stazione Ferroviaria), presso la libreria Equi_Libri di via de Tonsis 7, al Centro documentazione Handicap-Haccarisponde di via Froncini 4, al Bar El Paso di via Sant’Eusebio 65 a Sant’Orso e al Masquerade by Gazzaladra di via da Serravalle, al negozio TIM di via Pisacane 62. I tesserati avranno diritto a: l’ingresso gratuito, se accompagnati da 1 adulto pagante tariffa intera (2×1), in tutti i parchi Costa: Acquafan, Oltremare, Acquario di Cattolica, e Italia in Miniatura; uno sconto 3€ sul biglietto intero per le Grotte di Frasassi; e varie tipologie di sconti e riduzioni nelle seguenti attività: Museo del Balì, Localita’ S. Martino, Colli al Metauro; Museo Nazionale Rossini, via Passeri 72, Pesaro; Museo dei Riciclosauri, via Furlo 29, Furlo; Dai Cuntadin, frutta e verdura a km 0, Via S. Paterniano, 4 Fano; UnaGiada alimenti naturali, via Cavour 65, Fano; Il Buongusto Enoteca, via Cavour 67, Fano; Vicini abbigliamento, via Froncini 12, Fano; Bagni di Coccole toelettatura animali, via Nolfi 29, Fano; Radiomagnetic centro diagnostico, Via Nolfi, 78, Fano; Masquerade by Gazzaladra, noleggio costumi Carnevale, via da Serravalle Fano, L’oro di Babet di Corso Matteotti 155.

Click to Hide Advanced Floating Content