Tag: Rossella Brescia

Il Carnevale di Fano pronto a sfilare con tanti carri nuovi ed il lancio di 180 quintali di dolciumi sulla folla

Colori, tradizione, arte, musica, cultura e creatività stanno per esplodere a Fano, in provincia di Pesaro e Urbino, con il Carnevale più antico e dolce d’Italia.

La città della Fortuna si trasformerà per accogliere, nelle tre imperdibili domeniche del 5, 12 e 19 febbraio, una manifestazione in grado di attirare decine di migliaia di persone da tutta la penisola.

Dai bambini agli anziani, l’evento sarà un contenitore di gioia ed allegria, per tutti i gusti. Il Carnevale di Fano è famoso per il suo “Getto”, lo storico lancio di dolciumi dai carri allegorici di prima categoria, alti fino 18 metri. Una tempesta di dolcezza (circa 180 quintali forniti dall’italiana Dulciar) di caramelle, cioccolatini e tanto altro, pronto a diventare un goloso bottino per la “marea” di persone che riempiranno il corso mascherato allestito a pochi passi dalle mura romane. E’ tra l’altro ancora possibile prenotare una tribuna per assistere alla sfilata e magari aggiudicarsi uno dei premi per le migliori mascherate.

Da quest’anno la manifestazione avrà un titolo principale “In viaggio con il Vulón”, la cui “meta” cambierà di edizione in edizione; quella di quest’anno è “Spazio all’arte”.

Ogni anno il carnevale rappresenta quel momento in cui la maschera permette alla collettività stessa di rappresentarsi anche differentemente da quello che solitamente è, di dire cose che in altri momenti non si potrebbero dire, di interpretare la contingenza con la festa, lo sberleffo, la serenità. Al centro, ovviamente, ci sarà la maschera ufficiale del Carnevale di Fano, il Vulón, a cui viene affidato il compito di traghettatore per un viaggio verso il futuro in cui si affronteranno temi importanti ma con la leggerezza e il divertimento necessari. Il punto di partenza di questo viaggio come detto è la sintesi tra la scienza e l’arte, in cui se nella prima sembrano evidenti l’aspetto della scoperta e del progresso, nella seconda, l’arte, ritroviamo seppur in modo meno diretto gli stessi aspetti; l’artista nell’atto della rappresentazione del reale o del metafisico compie una creazione che di fatto rappresenta scoperta e futuro.

A rappresentare questi concetti, attraverso il manifesto ufficiale, è stato l’illustratore e fumettista pesarese Alessandro Baronciani, conosciuto tra le altre cose per aver realizzato diverse copertine di dischi di cantanti italiani, mentre ai maestri carristi è spettato il compito di raffigurare il tema attraverso le loro creazioni e così, quest’anno, i 4 carri principali parleranno di Steampunk (narrativa fantastica), arte pop, Poesia da Dante ad Alda Merini e ci sarà anche un omaggio all’album “The dark side of the moon” dei Pink Floyd in occasione dei 50 anni dalla sua pubblicazione. Ci sarà anche un carro dedicato all’astronauta Samantha Cristoforetti.

Nonostante le centinaia di anni passati, e le novità che edizione dopo edizione vengono aggiunte, i caratteri originali della festa sono rimasti intatti e appartengono alla memoria popolare: oltre al lancio dei dolci, anche il rogo del Pupo, un fantoccio di cartapesta che nel giorno di “Martedì Grasso” (martedì 21 febbraio), viene bruciato per portare via con sé l’inverno o, come un tempo era credenza, i peccati commessi durante il periodo di festa.

Tra le caratteristiche imprescindibili della manifestazione c’è la Musica Arabita (dal dialetto fanese “Arrabbiata”), stravagante street band che, dal 1923, accompagna le sfilate suonando gli strumenti più bizzarri e strampalati (i batanaj) come campanacci, caffettiere, pentoloni, ombrelli, tenaglie e quant’altro che quest’anno festeggia i 100 anni e sfilerà con un carro tutto nuovo.  Quest’anno viene anche riproposta la lotteria del Carnevale che mette in palio, come primo premio, un’autovettura.

Ma il Carnevale di Fano pensa anche ai più piccoli con le sfilate della mattina (5, 12 e 19 febbraio) dove centinaia d studenti delle scuole cittadine sfilano con mascherate realizzate nel corso dell’anno.

Tra i tanti eventi collaterali previsti dal programma, che si può visionare sul sito www.carnevaledifano.com, segnaliamo la sfilata dei carri in notturna all’interno del centro storico di sabato 11 febbraio a partire dalle ore 19,30 con ospite Dario Rossi famoso percussionista. Venerdì 17 febbraio alle ore 21 al Teatro della Fortuna il concerto dedicato a “Pink Floid – The dark side of the moon” a cura di Fondazione Teatro della Fortuna e Orchestra Sinfonica G. Rossini.

Nel programma anche mostre, esposizioni, presentazioni di libri e convegni che si svolgeranno all’interno del Palazzo del Carnevale (Palazzo Bracci Pagani) per tutta la durata della manifestazione.

Durante la prima sfilata del 5 febbraio, tra le altre cose, il Carnevale di Fano accoglierà delle scuole dei territori colpiti dall’alluvione dello scorso settembre nella speranza di far trascorre ai piccoli studenti una giornata di festa. Ospiti ufficiali della prima sfilata saranno Ciccio, Rossella e Baz direttamente da Tutti Pazzi per RDS.

Il secondo fine settimana avrà invece un protagonista molto particolare, anzi una protagonista. Si tratta di Rosita, il robottino utilizzato per scoprire se esistono tracce di vita su altri pianeti. Ma Rosita non è solo un robottino, è un vero e proprio progetto nato grazie alla collaborazione tra ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e DIAG (Dipartimento di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale Antonio Ruberti) della Sapienza Università di Roma ROSITA ha come obiettivo quello di promuovere, sviluppare e diffondere la ricerca scientifica nel campo spaziale e robotico, ispirando e stimolando le nuove generazioni allo studio/apprendimento delle discipline scientifico-tecnologiche. E sempre grazie ad ASI nell’ultimo fine settimana (19 febbraio) saranno al Carnevale per presentare il progetto “Spazio e Arte” l’astronauta Paolo Nespoli e l’artista Michelangelo Pistoletto. I due oltre a tenere un incontro pubblico per illustrare il loro progetto saliranno poi sul carro per “cimentarsi” con il getto di dolciumi.

Quest’anno il Carnevale sarà promosso anche attraverso i canali Sky. Dal 23 al 28 gennaio, una promo di 30” della manifestazione verrà mandata in onda all’interno della trasmissione sportiva più seguita da Sky Sport e cioè “Calcio Mercato L’Originale” un programma condotto dal giornalista Alessandro Bonan dedicato al calcio mercato con picchi di ascolti di 400.000 spettatori a puntata.

 

Click to Hide Advanced Floating Content