Progetto cofinanziato dal Fondo Europeo dello Sviluppo Regionale

Autore: Stefano Orciari

“Legato con amore in un volume”, conversazione teatrale tra jazz e letteratura alla Rocca Malatestiana

Fano (PU) – Lunedì 10 Agosto, alle ore 21.15, presso la Rocca Malatestiana, andrà in scena la conversazione teatrale tra jazz e letteratura intitolata “Legato con amore in un volume”.

Interpreti: Giorgio Colangeli e Valentina Illuminati le voci recitanti, Daniele di Bonaventura al bandoneón. Lo spettacolo è tratto dall’omonimo libro di Lucilio Santoni. Con la collaborazione artistica di Marco Cruciani.

Lo spettacolo, riprendendo due amati versi danteschi, intende mettere in scena l’universo frammentato che aspira a ricomporsi. Attraverso raffinate migrazioni sonore, delinea il divenire del nostro stare insieme. In un tempo, come il nostro, in cui dominano le tematiche e le rivendicazioni sociali, gli artisti propongono una tensione verso l’essenziale, cioè a dire il sacro e l’eterno. Un percorso fatto di racconti e confessioni. Una ospitalità mediterranea fonte di conoscenza, ancorché abitata da silenzi, ombre e resistenze. Lasciando spazio a quel misterioso movimento per cui l’occasione si trasforma in sguardo verso l’infinito, l’incontro in affezione: il momento di riflessione si brucia nella poesia.

Lo spettacolo, che anticipa le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, fa parte della rassegna Cantautori e Affabulatori.

Una dichiarazione dell’autore Lucilio Santoni:

“In questi giorni sto provando a far conoscere il mio spettacolo che andrà in scena in alcune città delle Marche. Guardando intorno, vedo che la quasi totalità degli altri spettacoli ha fini e rivendicazioni sociali….. A me questi temi, che vanno per la maggiore, non interessano. LEGATO CON AMORE IN UN VOLUME è una tensione verso il sacro, verso l’eterno e l’infinito, tensione espressa dagli unici strumenti che sono la parola poetica e la musica. Consiglio quindi la partecipazione solo a chi fosse interessato a un percorso dell’anima. I temi sociali li lascio a tutti gli altri”.

Click to Hide Advanced Floating Content