Il Getto

 

Il Getto, cioè il lancio dei dolciumi, è il punto di forza del Carnevale di Fano. Ogni anno quintali di caramelle e cioccolatini piovono dai carri allegorici durante le sfilate.

“Non coriandoli, gesso o nastri filanti, ma dolciumi: cioccolate, chicche, confetti, caramelle. Tonnellate e tonnellate di dolci: cofanetti, scatole, tavolette di fondenti, paste, goloserie, gianduie, croccanti, torrone, cremini. Ogni carro è dotato di un rigurgito sopra i dieci quintali. (…) Anche questo in crescendo, dall’omaggio al lancio, man mano che il disinteresse, la cordialità, la liberalità, la larghezza prendono calore; dalla cortesia, alla tempesta, alla furia, in una ressa, in un turbine, una grandinata, un ciclone: dal bacio condito alla ferita lacero contusa. Una mia amica … si estrasse dalla calca così compromessa che dovette sposarsi dopo pochi giorni. Uno solo, si dice, un eroe, un temerario senza né maschera né elmetto, riuscì (ma sarà proprio vero?) a risalire controcorrente la umana fiumana e raggiungere un posto di ristoro, perdendo appena un paio di calzoni e una scarpa. Certo è che chi torna, parla come un superstite, un reduce.”

(Fabio Tombari)

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close